Whitney Houston tutte le curiosità che forse non sai

Sono passati 6 anni dalla morte di Whitney Houston e ancora cerchiamo notizie sulla sua vita passata dal sogno all'incubo.

Whitney Houston cantante
Getty

Whitney Houston ci manca, eccome se ci manca. Ci ha fatto cantare a squarciagola nei viaggi in macchina, ci ha fatto sospirare in The Bodyguard, ci ha fatto morire di invidia nei videoclip musicali dove sfoggiava un paio di gambe da top model. E quella voce, che tutte avremmo voluto.

Poi ci ha fatto preoccupare quando la sua vita ha preso una piega tragica, con il matrimonio sbagliato, la droga, la figlia problematica. Whitney Elizabeth Houston, nota in tutto il mondo più semplicemente come Whitney Houston non era solo la cantante, attrice e produttrice cinematografica statunitense nata a Newark che tutti abbiamo amato.

Era nata il 9 agosto del 1963 e ci ha lasciati per sempre l'11 febbraio 2012 a Beverly Hills. Cosa è rimasto di lei? Non la figlia, che ha seguito la sua stessa sorte il 26 luglio del 2015, trovata in coma nella vasca da bagno di casa sua.

Resta invece che Whitney Houston è riconosciuta in tutto il mondo come una delle voci più belle e famose di tutti i tempi, tanto che è soprannominata semplicemente The Voice, lo stesso soprannome di Frank Sinatra, che a lei è stato attribuito da Oprah Winfrey.

Nella sua vita Whitney ha duettato con BIG come George Michael, Michael Jackson e, in Italia, con Gianni Morandi, ed è entrata nel Guinness dei primati per essere stata l'artista più premiata di tutti i tempi. Eppure, ci sono cose su questa meravigliosa cantante che non tutti sanno...

Whitney Houston nel 1980.
Getty

Whitney Houston curiosità

1. Una curiosità che non tutti conoscono su Whitney è che era una predestinata. Nel senso che il canto era nel suo patrimonio familiare. La madre e i cugini erano già cantanti e la sua madrina era Aretha Franklin. La zia è Dionne Warwick, con cui già dall’età di 7 anni canta nel coro della chiesa. La piccola Whitney è praticamente nata con il microfono nella culla: pronta per le canzoni.

2. La sua voce meravigliosa ha influenzato artisti di tutto il mondo, su tutti grandi cantanti R&B come Nelly Furtado, Cristina Aguilera, Celine Dion e Alicia Keys. Tutte dichiarano di aver tratto ispirazione dal suo stile.

3. Nel 1992, come sappiamo, Whitney Houston ha debuttato anche al cinema insieme a Kevin Costner, nel film The Bodyguard. Non tutti ricordano che per il film ha registrato appositamente anche sei canzoni della colonna sonora. Tra cui la super hit I Will Always Love You.

4. Oltre ad aver stabilito tutti i record nella storia della musica, le soddisfazioni in campo cinematografico sono proseguite: nel 1995 è nel cast di Donne, e nel 1996 è la volta di Uno sguardo dal cielo.

Getty

5. Un po’ di numeri: Whitney Houston ha pubblicato la bellezza di sette album, oltre a 53 singoli e tre colonne sonore, oltre ad aver vinto una quantità di premi davvero impressionante, per un totale di oltre 450 riconoscimenti. Per la precisione, sei Grammy, due Emmy, ventiquattro American Music Awards e trenta premi Billboard Music. Oltre ad aver battuto il record di vendite durante tutta la sua carriera, con oltre 170 milioni di copie vendute. Nuove generazioni: provate a superarla.

6. Oltre a tante soddisfazioni, la vita di Whitney Houston è stata anche piena di problemi e sofferenze. Molti guai della vita dell'artista sono dipesi dalla droga. Nel 1992 Whitney sposa nel New Jersey il cantante Bobby Brown autore della colonna sonora di Ghostbuster 2, un duro che da bambino si è beccato una pallottola vagante in un ginocchio nel suo quartiere.

Getty

7. Nel 1993 Whitney dà alla luce una splendida bambina, chiamata Bobby Kristina, che in futuro registrerà insieme alla mamma alcune nuove canzoni. Ma come abbiamo visto, è destinata anche lei a un destino tragico e alla morte a soli 22 anni. Nel frattempo, cominciano a girare voci di maltrattamenti che la cantante avrebbe subito dal marito.

8. Come in una brutta favola, dopo ogni momento bello ce n'è uno triste, e il matrimonio comincia ad avere dei problemi per questioni di droga. Problemi che porteranno Whitney a fermare la sua straordinaria carriera nel 2000 e a divorziare nel 2006. La cantante si fa quotidianamente di cocaina e fuma crack, come in un programma preciso di autodistruzione volontaria. Lei nega tutto ma una cognata, durante una visita nella sua casa ad Alpharette, fotografa di nascosto il degrado in cui vive, tra sporcizia e lattine vuote, e vende tutto ai giornali.

Getty

9. Nel 2002 John Houston il padre di Whitney Houston la cita in giudizio per la cifra record di cento milioni di dollari. Houston padre, manager teatrale, diceva di aver pagato la figlia per delle prestazioni artistiche mai effettuate, e le chiedeva inoltre un risarcimento per i conseguenti danni d’immagine alla sua impresa. Il processo fu interrotto bruscamente dalla morte dell’uomo, stroncato dal diabete e dal cuore malato. Ma poco prima di morire ha trovato il modo di dire alla figlia, ancora: “ridammi i miei soldi”.

10. Nonostante le enormi difficoltà, Whitney Houston negli ultimi anni della sua vita è riuscita a rimettersi in piedi e a lasciare un bel ricordo di sé. Ha trovato la forza di salutare il mondo con i suoi fantastici concerti a Londra, Tobago, Marocco. Ad appena 48 anni la grande Whitney è morta l’11 febbraio 2012 in una stanza d'albergo di Beverly Hills. La droga ha ridotto il suo bel viso e il suo corpo meraviglioso in un cumulo di macerie. La notizia colpì l’opinione pubblica come un colpo di fucile. Bobby Brown, a cui giunge la notizia mentre è in concerto, lancia un “I love you Whitney” e poi lascia il palco in lacrime. Forse, in qualche modo, ascoltando le sue canzoni che riecheggiano ovunque, trasmesse dalle emittenti radio di tutto il pianeta, un giorno troveremo il modo di farcene una ragione. Forse.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip