Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Barbara Bouchet una vita sul set = 511 euro di pensione ( ...WHAT?)

Attrice cult, bellezza raffinata anche nel film più cheap, tanti soldini guadagnati: perché ora con un mensile modestissimo, la chiamano 'la mamma di Borghese'?

Getty Images

Barbara Bouchet ha 73 anni, e tutte vorremmo arrivarci belle come lei. Ma non vorremmo arrivarci con la pensione che è stata riconosciuta a lei: 511 euro. Come è possibile? Spesso di sentono storie di pensionate che devono tirare avanti con pochi soldi, abbandonate dalla società, senza capire bene come possa essere successo che dopo una vita di lavoro si debba tirare la cinghia, oppure lavorando come casalinghe. Barbara Bouchet, madre dello chef Alessandro Borghese (“prima dicevano di lui ‘è il figlio della Bouchet’, ora dicono di me ‘è la mamma di Borghese’, racconta”) è invece un’attrice cult, adorata da Quentin Tarantino (di cui lei, però dice che non è mica così simpatico), una delle regine della commedia all'italiana. Ha girato tanti film e di soldini ne ha guadagnati molti: senza farle i conti in tasca è facile immaginarlo. Tutto sarebbe andato per il verso giusto se i produttori con cui ha lavorato le avessero versato i contributi. Intervistata da Spy ripresa anche dal Corriere, ha raccontato infatti di aver scoperto l’inganno solo al momento di andare in pensione: “Ormai non c’era più niente da fare, tanti quei produttori che non mi avevano versato i contributi erano già morti”, ha detto. Danno fatto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

In questi anni in cui molte star si stanno ritirando (più o meno) ne abbiamo sentite molte. Leopoldo Mastelloni, dopo una vita sui palcoscenici dei teatri, percepisce 625 euro di mensile e si fa aiutare dagli amici a pagare l’affitto. Orietta Berti idem, 800 euro (ma per fortuna aveva fatto una pensione integrativa). Un tempo gli artisti non finivano mai benissimo tradizionalmente (un detto popolare romano dice "l'artista dalla fame perde la vista"), tanto che nel 1985 è stata varata in assistenza la legge Bacchelli per evitare che idoli della cultura e dell’arte finissero in rovina. Il messaggio che ne dobbiamo trarre noi è “pensiamo al futuro”. Senza paranoia, ma con precisione. Barbara negli anni 80 è stata pure la Jane Fonda “de noantri”, una sacerdotessa del fitness romano.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Mai interessata prima allo sport, si era trovata a entrare in una palestra a San Francisco ed era rimasta colpita dalla proprietaria, una signora sopra i 50 anni a cui i pantacollant (al tempo “i fuseaux”) stavano ancora da sogno. Decise che anche lei si sarebbe dedicata all’attività fisica. Aprì una palestra di successo a Roma e su Rai 2 ci insegnava a saltellare con un programma tutto suo, In forma con Barbara Bouchet. Forse i 511 euro sono almeno il risultato di quella attività lavorativa finale? Per fortuna, però, Barbara Bouchet non è sola. Come si diceva, ha suo figlio chef-star Alessandro Borghese, è ancora bellissima e non è certo una diva in decadenza. Si può permettere ancora delle parti in film e produzioni televisive (ha girato da poco Metti la nonna in freezer). E poi siamo in troppi a volerle bene per dimenticarla. Capito Barbara?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip