Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Ogni tatuaggio di Angelina Jolie è un chiaro segno politico ai suoi ex (sì, TUTTI)

Ne ha uno dedicato al primo fidanzatino, ma alcuni li ha eliminati senza pietà: le scelte selettive post-sentimentali di Angie sono cosa serissima.

Getty Images

Sembra di essere tornati al 2001, quando la postproduzione del film Original Sin costò quasi più del making, perché i tantissimi tatuaggi di Angelina Jolie (anche qualcuno di Banderas), poco credibili su una dark lady di fine 800, erano tutti da cancellare col videoritocco. Quella fra Banderas e la Jolie era una bollente scena d’amore. Oggi Angelina Jolie

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Sui tatuaggi esistono tante ricerche. Alcune hanno dimostrato che chi ne ha molti è sessualmente più disinibito. Che i portatori di tatuaggi sono molto più disposti a correre rischi di chi non ne ha. E che le donne hanno il doppio delle probabilità di pentirsi del tatuaggio e di chiederne la cancellazione. Sulle prime due voci, per Angelina Jolie

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

In effetti, anche se i suoi uomini restano sempre tappe importanti, per lei, di qualcuno ha eliminato ogni traccia. Sul ventre ha sempre la croce tatuata il giorno prima di sposare Johnny Lee Miller, nel 1995, quella vicino alla celebre scritta in latino "Quod me nutrit me destruit" (e che a sua volta copriva un piccolo tatuaggio fatto d'impulso). Però, la scritta in arabo che porta sul braccio destro, e che significa “determinazione” l’ha fatta per coprire un piccolo fregio dei tempi in cui era sposata con Billy Bob Thornton. Anche sulla spalla aveva un drago col nome Billy Bob. Ha fatto rimuovere tutto col laser e ha dichiarato che non sarà mai così stupida da farsi mai più tatuare il nome di un uomo addosso. Sul polso ha invece una runa che rappresenta la lettera H. Per qualcuno è un ricordo del fidanzatino di gioventù Timothy Hutton. Per altri è un omaggio all’adorato fratello James Haven.

Getty Images

La grande tigre del bengala tatuata sulla metà inferiore della schiena l'ha fatta fare a mano a Bangkok nel 2004, due ore di lavoro mentre il tatuatore cantava un mantra. Ma non è legato a nessun uomo. Altro tatuaggio importante: il XII in numeri romani sul braccio sinistro, con cui voleva sfidare la fortuna (il 13 è un numero sfortunato, nei paesi anglosassoni). In seguito ha fatto aggiungere una data intera, 13 maggio 1940, quella del famoso discorso di Winston Churchill (nb. che ha fatto vincere l'Oscar a Gary Oldman). Sulla questione "uomini", però, c'è cascata ancora. Pochi mesi prima di separarsi da Brad Pitt, Angelina si era fatta fare in Thailandia un enorme tattoo, uno schema che doveva rappresentare il legame indissolubile col marito. Un segno che non si aspettava certo di far finire la storia a breve tempo. Oppure la constatazione che, sì, volente o nolente, il nodo con il padre dei tuoi figli non si scioglie mai.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip