È morto il principe Filippo di Edimburgo, il consorte della regina Elisabetta

Alla soglia dei 100 anni se n'è andato l'uomo che dovette inchinarsi al cospetto della donna che aveva sposato, e farsi suo suddito.

Filippo di Edimburgo è morto a 99 anni il 9 aprile 2021, non ci sarà mai la festa per i suoi 100 anni che la regina Elisabetta ha iniziato a preparare durante il lockdown nel castello di Windsor. Il duca di Edimburgo era stato ricoverato il 15 febbraio all'ospedale re Edoardo VII di Londra, si era parlato di "misura precauzionale" ed era entrato con i suoi piedi. Poi il ricovero che si è prolungato, il trasferimento in cardiologia, la convocazione del figlio, il principe Carlo, per dargli importanti indicazioni sul futuro del regno, Carlo che usciva con gli occhi lucidi. Il principe se ne va proprio dopo aver trascorso con sua moglie il periodo più lungo della loro vita da quando si erano sposati il 20 novembre 1947. Dopo che nel maggio del 2017 i portavoce di Buckingham Palace ne avevano annunciato il ritiro dalla vita pubblica, quella (grande) parte di popolazione mondiale che segue con passione le vicende della royal family aveva cominciato a tenerlo sotto osservazione. Era poi tornato a farsi vedere in pubblico nel 2020, anche per sostituire il nipote Harry volato verso gli Stati Uniti.

KeystoneGetty Images

Filippo di Edimburgo, negli ultimi anni era diventato molto popolare anche tra i più giovani grazie alla serie tv The Crown dove è inizialmente interpretato da Matt Smith, e poi da Tobias Menzies nella terza e quarta stagione. A 97 anni aveva provocato un incidente con la sua Range Rover da cui per fortuna era uscito illeso, così come la signora che guidava l'auto contro cui si era scontrato a un incrocio di Sandringham. La revoca della patente, per lui che era sempre stato un appassionato di auto sportive, lo aveva avvilito parecchio, ma si era fatto spianare una pista personale a Wood Farm, all'interno della tenuta di Sandringham nel Norfolk, dove ogni tanto ne guidava una.

Central PressGetty Images

Filippo Mountbatten, principe di Grecia e Danimarca, Duca di Edimburgo, era nato il 10 giugno del 1921. La sua infanzia non era stata facile: la sua famiglia reale era stata esiliata dalla Grecia. Sua madre, la principessa Alice di Battenberg, pronipote della regina Vittoria, soffriva di schizofrenia ed era stata internata in un sanatorio in Svizzera, ma una volta dimessa, non ha più fatto parte della vita del figlio fino a quando, anziana, è andata a vivere a Buckinhamg Palace.

La regina e il principe Filippo con i figli Carlo, Edward, Andrew e Anna.
Central PressGetty Images

Dopo l'esilio dalla Grecia, invece, il padre di Filippo, il principe Andrea di Grecia e Danimarca, viveva il suo esilio a Monte Carlo, disinteressato sia alla moglie malata che al figlio. Filippo crebbe inizialmente in Francia e poi in Inghilterra dalla nonna Vittoria Alberta d'Assia e dallo zio George Mountbatten, che gli ha fatto da padre. Venne mandato a studiare in Germania ma dovette rientrare nel Regno Unito con l'avvento del nazismo. Di lì a poco subì una serie di lutti, dalla morte della sorella Cecilia con tutta la sua famiglia in un incidente aereo a quella dello zio Louis, ucciso in barca nel 1979 da una bomba piazzata dall'Iris Republican Army.

Chris JacksonGetty Images

Cugino di secondo grado della futura regina Elisabetta II, si incontrano in due occasioni da bambini. Ma è nel 1939, quando lei ha 13 anni e lui 18, che nasce la simpatia e inizia un intenso scambio di lettere d'amore. Il loro fidanzamento è stato ufficializzato quando lei aveva 21 anni e lui 26, con qualche polemica per lo status problematico ed economico di lui. Le nozze sono state celebrate a Westminster Abbey il 20 novembre 1947, senza sfarzo (a parte i 2500 doni ricevuti da tutto il mondo), in una Londra convalescente dalla Seconda Guerra Mondiale. Un anno dopo nasce il loro primo figlio, Carlo, nel 1950 nasce la seconda, Anna, nel 1960 Andrea e nel 1964 Edward. Le nozze con Elisabetta non saranno sempre serene. Negli anni si susseguiranno i sospetti di tradimenti, qualcuno dice "ben insabbiati", ma il principe si renderà a modo suo amato per le gaffe, il sarcasmo, il suo stile di vita spensierato. La sua salute inespugnabile e tenace lo ha condotto fino a un'età che chiamare invidiabile è dir poco. Mettiamola come si vuole, sarà banale dirlo, ma con la morte del principe Filippo un'era è finita davvero.

WPA PoolGetty Images
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip