La reunion di Dawson's Creek = 20 anni passano (e per qualcuno meglio che per altri)

Nel ventennale del primo episodio della serie tv teen più famosa dopo Beverly Hills 90210, i protagonisti si sono ritrovati. Ed è boom nostalgia.

image
Getty Images

I don’t want to wait for our lives to be over. E mica è mai finita: a 20 anni dall’inizio della sigla di Dawson’s Creek la reunion dei protagonisti della serie tv teen a cavallo del millennio è avvenuta in copertina su Entertainment Weekly. Backstage, video e foto degli ex-ragazzi hanno saturato i social di ricordi nostalgici di tutti coloro che l’adolescenza l’hanno vissuta in quel periodo, aspettando il martedì sera per vedere le nuove puntate su Italia 1 (Netflix, ragazzi, era parecchio di là da venire). E il mercoledì mattina a scuola, con il vocabolario di inglese nello zaino e il diario crivellato di citazioni, si discutevano i possibili sviluppi della storia. Dopo l'era Beverly Hills 90210 e la California, era arrivata la provincia americana con l'immaginaria Capeside: ma c'erano sempre il liceo, sempre i turbamenti, sempre i primi amori. Evergreen post-generazione X. Chiaro che vedere il cast di Dawson’s Creek oggi -James Van Der Beek, Joshua Jackson, Katie Holmes e Michelle Williams, i quattro protagonisti principali ché il resto faceva volume- a vent’anni dalla prima apparizione tv scombussola l’animo teenager. Il tempo è passato, inclemente per alcuni, meraviglioso per altri.

James van Der Beek oggi = che fine hai fatto, Dawson Leery?

Da protagonista assoluto della serie (e di un meme che ha fatto la scuola dell’internet), James Van Der Beek è stato forse il più sfortunato dei protagonisti di Dawson’s Creek. Non ha esattamente continuato a godere del successo ottenuto col ruolo dell’adolescente sognatore, amante del cinema, completamente immerso nel suo mondo (e pure in sé stesso, dannato Dawson, quanto ci infastidivano le tue elucubrazioni mentali che erano specchio verboso del sedicenne). In compenso ha avuto cinque figli dalla seconda moglie. James Van Der Beek ha recitato in qualche film minore e qualche comparsata, poi è approdato nel ruolo di sé stesso in Don’t Trust the Bitch In Apt.23, accanto a Krysten Ritter che interpreta la sua migliore amica. Una serie non troppo amata che però ha avuto il pregio di una previsione: per prima aveva lanciato, in qualche modo, la reunion di Dawson’s Creek.

Getty Images

Katie Holmes oggi = Joey Potter è l’anti-diva delle star

A livello di fama le donne di Dawson’s Creek hanno decisamente surclassato i colleghi maschi. E non solo per motivi lavorativi. Katie Holmes dava corpo e sguardi timidi alla piccola Joey, così veniva chiamata, e che urto nervoso ci davano le sue insicurezze, i suoi maglioncini infeltriti, quell'aria da madonnina costante. Che, come nel caso di Dawson, erano le nostre. Poi Joey ha trovato la sua strada e ha mostrato un po’ più di decisione (oltre che di buon gusto, parliamo di te, Pacey Witter), nonostante l'eterna capacità di tenere, forse, il piede in due scarpe. Non come Katie Holmes: prima moglie da favola&incubo di Tom Cruise che le ha in un certo senso bloccato la carriera cinematografica post Batman, poi mamma di Suri antesignana delle figlie capricciose delle dive, e finalmente di nuovo attrice (è stata Jackie Kennedy in un film tv), amica e musa di Zac Posen, queen of capelli corti da instant clone, felice compagna di Jamie Foxx. E style icon in grado di brillare di luce propria pure con un paio di jeans. Ben lontana da Tom.

Getty Images

Joshua Jackson oggi = #TeamPaceyWitter ora come allora

Pacey Witter, aka il personaggio più interessante di tutta la serie (assieme a Jen Lindley). Pacey Witter il caciarone, smart non solo nel senso di furbo ma proprio di sveglio, che già nelle prime puntate scopre il sesso con la sua insegnante di lettere. Pacey il primo, non della classe (la secchiona era Joey) ma della vita: il primo a soffrire per amore, il primo a scoprire cosa significhi il dolore, la differenza, l’esclusione. E il primo a superare le differenze, a diventare grande davvero con il suo amore per Joey (che forse è stato pure reale, wow). Pacey volevamo essere noi, per questo ci piaceva tanto. E Joshua Jackson ha avuto una sua carriera con le dovute distanze dall’ingombrante personaggio di Pacey: film, serie tv (imperdibile e bravissimo in Fringe), un bel ruolo nel gossip per il lungo amore con Diane Kruger che ci ha spezzato il cuore. Riaccendendo la speranza: Joshua Jackson single = Pacey Witter tutto per me, finally?!

Getty Images

Michelle Williams oggi = attrice vera, non solo la vedova di Heath Ledger

Il suo personaggio, Jen Lindley, era complesso e difficile, il più bello senza dubbio. Michelle Williams in Dawson’s Creek era perfetta: broncio da majorette, capelli biondi, sguardo distante e irriverente. Indifferente alle regole della società perbenista in cui era stata ficcata a forza, Jen Lindley era l’anti-sistema, l’agente segreto dei turbamenti, l’uragano che spazzava le certezze. Il problema, secondo alcuni. Un favoloso problema da non risolvere, secondo altri. Michelle Williams oggi è l’indiscussa regina del pixie cut e l’attrice più nota di tutto il cast perché ha saputo scegliere i film giusti per una carriera discreta (Brokeback Mountain, Marilyn) con tanto di 4 nomination agli Oscar e campagne pubblicitarie luxury. Nella vita privata Michelle Williams è la vedova che non avremmo mai voluto vedere: la morte di Heath Ledger nel 2008 è stata la fine dolorosa di un amore che ci faceva credere nella felicità. Ma Michelle ha reagito per il bene della figlia Matilda, trasformando la tristezza in forza motrice. Come avrebbe fatto Jen.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip