Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Meghan Markle la femminista, quote rosa ma anche molte quote black

Con una sposa afroamericana era inevitabile che fossero della stessa origine anche molti degli ospiti: ecco chi sono e perché avevano diritto di essere al matrimonio dell'anno

Getty Images

Scoprire che il nome della sposa si legge “migan” è solo una dei tanti motivi per cui il matrimonio del principe Harry e Meghan Markle, ora duca e duchessa di Sussex è stato istruttivo. La seconda è che Harry non ha voluto firmare con la futura sposa alcun contratto prematrimoniale, il “prenup”, che pone le condizioni per tutelare il coniuge più ricco nel caso di divorzio: un atto così romantico non si vedeva dai tempi di Romeo e Giulietta. Il terzo è aver assistito a uno degli eventi più politically correct della storia, con la sposa che incede tutta sola nella navata dando un chiaro segno politico e femminista, per spazzare via l’ormai polveroso effetto “pacco recapitato da un uomo all’altro” che rappresentava (realmente) un tempo il padre che consegna la figlia al futuro sposo all’altare. Mossa che le è risultata anche semplice, grazie anche all’assenza (per un intervento chirurgico) del padre Tom. Ma soprattutto, i canti gospel e il nutrito gruppo di ospiti di etnia afro che si sono visti mescolati ai membri della famiglia reale e che stasera, a detta degli esperti, faranno nottata nella riservatezza della festa privata. Fino a ridursi, forse, come il principe William che il giorno dopo delle sue nozze (a proposito: quanto era emozionato, a fianco al fratello?) dichiarò candidamente, mettendosi alla guida dell’auto “speriamo che non mi fermino per un test alcolemico”. Ma chi erano i gli ospiti neri e celebri del matrimonio che hanno reso onore alle origini di Meghan, e che avrebbero reso fiero Albert, il principe consorte della regina Vittoria che si adoperò tanto per l'abolizione della schiavitù del popolo nero?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il vescovo Michael Bruce Curry
Getty Images

Michael Bruce Curry. Il ministro che ha declamato con passione un sermone durante la cerimonia è il vescovo della Carolina del Nord dal 2015. Ha 65 anni, è di Chicago, ed è venuto dagli Stati Uniti convocato da Meghan. Si è unito al decano di Windsor, il reverendo David Conner, nella direzione del servizio, mentre Justin Welby, l'arcivescovo di Canterbury, ha officiato quando i coniugi si sono scambiati i voti matrimoniali. Quando è stato invitato all'evento ha dichiarato: "L'amore che vincola il principe Harry e la signora Meghan Markle ha origine in Dio ed è la chiave della vita e della felicità".

Oprah Winfrey
Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Oprah Winfrey. Gli Stati Uniti hanno mandato la loro, di regina: la potentissima conduttrice, attrice e produttrice americana ha una cosa in comune con un altro degli invitati, ossia George Clooney. Di entrambi, infatti, si dice che alla fine del mandato di Donald Trump nel 2021 (che secondo molti dovrebbe non ricandidarsi perché troppo avanti con l’età) potrebbero concorrere alle primarie dei democratici. Ci sarebbe l’imbarazzo della scelta, ma di sicuro se la prima donna presidente Usa fosse anche nera, sarebbe un bel traguardo per i diritti civili.

Idris Elba e Sabrina Dhowre
Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Idris Elba e Sabrina Dhowre. Il protagonista delle serie Luther e The Wire, di tanti film fra cui La torre nera, Molly’s Game, e due episodi degli Avangers è da tempo uno dei candidati più inaspettati per interpretare un nuovo ciclo di film di 007. Divorziato dal 2001 dalla ballerina Dormowa Sherman con cui ha avuto una bambina, si è presentato al matrimonio di Harry e Meghan con la nuova fidanzata, la modella Sabrina Dhowre.

Gina Torres
Getty Images

Gina Torres. È un’attrice americana del cast di Suits, di cui non era l’unica invitata, la serie che ha dato la popolarità anche a Meghan Markle. Ma in fondo con po’ di sangue blu acquisito, visto che interpretava Cleopatra in Xena. In Suits interpreta invece Jessica Pearson e se si pensa che ha intrapreso la carriera di attrice di ripiego, perché non trovò i soldi per studiare all’università, non c’è male. Strano che non ci fosse il marito: è Laurence Fishburn, il mitologico Morpehus della saga di Matrix.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Serena Williams e il marito Alexis Ohanian.
Getty Images

Serena Williams e Alexis Ohanian. C’era anche lei, la tennista che ha riscritto nella storia il concetto di bellezza femminile, accompagnata dal marito Alexis Ohanian, il fondatore del sito Reddit. Lei in Versace rosa cipria che le fasciava le curve muscolose e treccine etnic, lui in completo tre pezzi: hanno documentato minuto per minuto la loro preparazione con foto su Instagram.

Doria Ragland con il principe Carlo e Camilla
Getty Images

Doria Ragland. E infine lei, la vera protagonista delle nozze: la mamma della sposa. Sola soletta, senza conoscere nessuno, "donna di grande dignità", è stata definita dai commentatori che descrivevano l'evento in tv. Ci voleva un cuore di pietra per non sentirsi pizzicare il naso e l'urgenza di asciugare una lacrimuccia, ogni volta che la telecamera indugiava sull'emozione di questa piccola, tenera insegnate di yoga dalla vita difficile, che ha ricevuto il rimborso dal destino vedendo la figlia andare all'altare con il partito più desiderabile dell'universo. Insomma, la vedrà stare da principessa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip