La vera storia di come si sono conosciuti Harry e Meghan Markle

C'entra la classica amica comune con l'occhio lungo.

image
Getty Images

Che l’amore tra il Principe Harry e Meghan Markle, diventati ufficialmente marito e moglie (e duchi di Sussex) sabato 19 maggio in diretta mondiale, non fosse di quelli più combinati per la casa reale inglese si era capito da subito. Ma chi è fosse la galeotta mente che ha messo insieme l’attrice americana superglamour e il ginger boy più amato di qua dall’Atlantico non era stato reso noto. Eppure al matrimonio c'era invitata anche lei, la persona che è riuscita a combinare il match della vita. Meghan e Harry sposi avevano sempre glissato sul misterioso Dottor Stranamore che ha fatto scattare la scintilla sulla fiamma pilota, regalando ai romanticoni di tutto il mondo una fiaba contemporanea su cui sognare. Beh, il nome è stato svelato. A cose fatte, ma si sa: E! Entertainment ha scoperto che l’agente segreto tra Harry e Megahn Markle è stata la PR londinese di Ralph Lauren Violet von Westenholz, di ascendenze aristocratiche per parte di padre (barone). Con un cognome così, le antiche nobiltà ci dovevano entrare per certo, ma non è una corrispondenza di regnanti sensi. Violet Von Westenholz è nel giro dei fedelissimi amici di Harry da moltissimi anni, non si tratta di una conoscenza dell’ultimo minuto o di una relazione dovuta dal sangue blu. Amicizia vera, da confidenze sullo status single. Lo scapestrato passato di Harry e le sue voglie di sistemarsi hanno spinto Violet a indagare tra le sue amicizie, vere e lavorative, per trovare la persona giusta per lui.

Violet von Westenholz (a sx) al matrimonio di Harry e Meghan con Lady Kitty Spencer.
Getty Images

Pare di vederla l’amica geniale che scrolla la rubrica del telefono in silenzio per far incontrare due anime gemelle ancora lontane. Ponderando le scelte migliori per entrambi. D’altronde conoscere persone per Harry è sempre stato un problema, non è così facile farsi apprezzare per ciò che si è e non per il semplice motivo che sei 1)erede al trono, 2) nipote della regina d'Inghilterra, 3)figlio di Lady Diana, 4)apposizioni varie. È difficile per un comune mortale, figuriamoci per uno sovraesposto sin dal pancione. Molte le ex o le avventure che volevano soltanto stare con Harry per la sua nobiltà. Mancava chi volesse Harry in quanto Harry, mancava la capacità di connessione vera con la persona che gli stava davanti. Violet Von Westenholz ha selezionato Meghan Markle, che nell’alta società londinese ci è entrata con tutta la sua naturalezza glamour e non ha faticato affatto a farsi accogliere a braccia aperte da chiunque. “Quando Harry ha detto a Violet che aveva problemi a conoscere qualcuno, Violet gli ha risposto che aveva la ragazza giusta per lui” ha fatto sapere una fonte al giornale. Il resto è storia: nell’intervista fiume rilasciata dopo l’annuncio di fidanzamento, era stata la allora futura sposa Meghan Markle a rivelare che il primo appuntamento con Harry era stata una vera e propria blind date di antica scuola. E, fedele al fiuto, l’unica cosa che aveva chiesto all’amica comune era stata "È carino?". Il resto è storia contemporanea. E a giudicare dai loro sguardi innamorati nel giorno del matrimonio, Violet Von Westenholz può anche aprire un’agenzia matrimoniale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip