Questo è il motivo per il quale il principe Harry non usa il suo vero nome

Sembra che su come chiamarlo ci fossero stati dei disaccordi tra la Principessa Diana e il Principe Carlo...

image
Getty Images

Abbiamo parlato del matrimonio reale prima di sapere che ci sarebbe stato un matrimonio reale, ma solo pochi giorni prima dell'evento mondiale abbiamo scoperto che il principe Harry non è in realtà il principe Harry. È il principe Henry del Galles, alias Henry Charles Albert David. Come lo abbiamo scoperto? Sappiamo anche che Meghan Markle non è davvero Meghan Markle. È Rachel Meghan Markle (sì, proprio lo stesso nome del suo personaggio in Suits). I neo nominati duca e duchessa del Sussex, quindi, non usano i loro veri nomi. Ecco tutto quello che abbiamo scoperto a riguardo.

[/twitter]

"Harry" è il soprannome più comune del nome ufficiale "Henry" da secoli. Il principe Henry è stato chiamato "Harry" fin da bambino, quindi perché non chiamarlo Harry? Non avremo mai una risposta. Sembra che su come chiamarlo ci fossero stati dei disaccordi tra i suoi genitori, la Principessa Diana e il Principe Carlo. Il vero nome di Harry, Henry, è stato usato nell'annuncio ufficiale del suo fidanzamento: «Sua Altezza Reale il principe Henry di Galles e la signorina Meghan Markle si sono fidanzati».

Non è chiaro, però, perché in questo documento non compare il nome ufficiale (anche) di Meghan. Quando Harry e Meghan hanno pronunciato il loro giuramento durante la celebrazione del loro matrimonio, il vescovo, però, si è rivolto a Meghan chiamandola "Rachel Meghan Markle". Poi ha continuato usando semplicemente "Meghan".

Sulla nuova pagina biografica della Famiglia Reale si legge che Meghan è nata "Meghan Markle" mentre, in realtà, non è corretto. «La duchessa di Sussex, nata Meghan Markle, sposò il principe Harry nella cappella di San Giorgio, Windsor, nel maggio 2018».

Meghan non né è la "principessa Meghan" né la "principessa Rachel", ma "Her Royal Highness Princess Henry of Wales", ovvero "Altezza Reale, Principessa Harry di Galles. Solo coloro che sono nati nella Famiglia Reale possono usare il titolo di Principe o di Principessa seguito dal proprio nome. In altre parole, avremmo dovuto chiamare la mamma di Harry "Diana, Principessa di Galles" non la "Principessa Diana". Harry e Meghan non useranno il loro cognome, "Mountbatten-Windsor". Secondo il sito della Famiglia Reale, «I membri della Famiglia Reale possono essere chiamati sia con il nome della casa reale sia con un cognome, che non sono sempre la stessa cosa. E spesso non usano il cognome, come si legge per esteso: il nome della Famiglia Reale di Windsor è stato confermato dalla Regina dal 1952. Tuttavia, nel 1960, la Regina e il Duca di Edimburgo decisero che i loro discendenti diretti si sarebbero distinti dal resto della Famiglia Reale (senza cambiare il nome della casa reale), poiché Windsor è il cognome usato da tutti i discendenti maschi e femmine di Giorgio V. Fu, quindi, dichiarato dal Consiglio Privato che i discendenti della Regina, sia quelli con il titolo di Altezza Reale e di Principe/Principessa, sia i discendenti femminili acquisiti avrebbero avuto come cognome "Mountbatten-Windsor". Questo spiega il cognome del Principe Filippo. Nel 1947, quando il Principe Filippo di Grecia fu naturalizzato, assunse il nome di Filippo Mountbatten luogotenente della Royal Navy. La conseguenza della sopracitata dichiarazione fu che, da quel momento in poi, tutti i figli della Regina, qualora avessero avuto "bisogno" di un cognome, avrebbero potuto usare "Mountbatten-Windsor".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip