Ma quindi il principe William su Twitter fa il football influencer?

L'erede al trono ha firmato con la sua sigla un cinguettio dedicato ai calciatori della nazionale sconfitti ai Mondiali.

image
Getty Images

W per William. Ci voleva la sconfitta dell’Inghilterra ai Mondiali 2018 per far emergere il cuore di tifoso numero uno della nazionale inglese. Quello dell’erede al trono inglese, il nipote di Elisabetta II e marito della Kate internazionale (dopo la Moss, ovvio): il Principe William su Twitter. Di fronte alla disfatta inflitta dalla Croazia, infatti, William ha preso simbolicamente le redini del paese reale: sul profilo Twitter ufficiale della monarchia è apparso un messaggio accorato e di sostegno ai sudditi OPS calciatori della real squadra. Football is coming home definitivamente ma William, in qualità di primo tifoso e sostenitore, ha evidentemente sentito il dovere di rinfrancare i giocatori. Dall’alto EHM del suo EHM futuro trono super social per il principe William anni 36 e nessuna Coppa del Mondo portata a casa da quando è nato (il primo e unico mondiale vinto dall'Inghilterra risale al 1966). Che così propenso al web non era apparso mai, nonostante tutto. Sospensione temporanea del protocollo di corte che vieta categoricamente ai reali di possedere profili social personali (e infatti Meghan Markle chiuse il suo prima dell'annuncio del fidanzamento ufficiale), William ha fatto il takeover come il miglior social media manager e ha firmato di suo pugno il tweet su Kensington Palace, profilo ufficiale dei Duchi di Cambridge (William & Kate) e dei Duchi di Sussex (Harry & Meghan).

“Capisco quanto sia dispiaciuta l’Inghilterra ma non potrei essere più orgoglioso di questo team, dovreste tenere la testa alta”, ha scritto il Principe William su Twitter poco dopo la fine del match nel suo messaggio 2.0 alla nazione. “Avete fatto un Mondiale incredibile, avete fatto la storia e avete dato ai fan qualcosa in cui credere. Sappiamo che ci sarà di più da parte di questo team dell’Inghilterra”. Vero orgoglio nazionale con lo svolazzo finale, quella W che è indubbiamente la sua firma di autenticità. William ha parlato OPS twittato quando nessuno se lo aspettava e il bello è che all’inizio sembrava un errore di battitura. Figuriamoci se l'erede, impegnato com'è, si mette a twitt....WHAT?! Il tam tam e il tono così sincero, diretto del messaggio hanno svelato l’arcano.

William futuro Re di Inghilterra (P.S. Ma Carlo abdicherà mai in suo favore per dargli modo di svecchiare una volta per tutte la monarchia inglese?!) ha preso in mano il destino social del suo Paese e ha apertamente lodato i calciatori inglesi, fermati dalla solidissima Croazia. E mentre su Twitter ci si scatena per la World Cup Brexit, il principe William il silenzioso, il padre di famiglia fresco di battesimo di baby Louis, il marito amorevole di Kate Middleton, esce dal suo rango e dall’uniforme e fa quello che dovrebbe fare un re: sostenere i sudditi che hanno reso servigi alla sua monarchia, a maggior ragione se sconfitti. C'è chi ha approfittato per chiedergli onorificenze per i calciatori migliori, ma non si sa se William abbia ricevuto (e recepito) personalmente il messaggio. Quel che conta è che con un semplicissimo tweet firmato sul calcio, la prova generale di regno è cominciata.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip