Galeotto fu quel film. La storia di Ginevra e Lancillotto, nella Divina Commedia, fa innamorare Paolo e Francesca. Secoli dopo, nel 1967, ha fatto scoppiare la passione fra Vanessa Redgrave e Franco Nero sul set britannico di Camelot, dove lei interpretava la famosa regina innamorata e lui il cavaliere della tavola rotonda. Non un flirt mordi e fuggi, né un legame da star tutto sbagliato: ne verrà fuori una delle storie d’amore più belle di sempre, che si deve raccontare.

Vanessa e Franco in una scena di Camelot
Getty Images

Quando Vanessa Redgrave è nata il 30 gennaio 1937 a Londra, suo padre, Sir Michael Redgrave, stava recitando in teatro. Alla fine della rappresentazione il suo co-protagonista, Laurence Olivier, che già aveva infilato una battuta nel testo non compresa nel copione (“Laerte ha una figlia”, e Laerte era interpretato da Redgrave) annunciò al pubblico in sala “signori, oggi è nata una grande attrice”. Sapeva il fatto suo. Primogenita di tre, Vanessa è infatti geneticamente impregnata di recitazione. Suo padre, Michael Redgrave, era figlio della star del cinema muto Roy Redgrave e dell’attrice Margareth Scudmore. La madre di Vanessa era l’attrice Rachel Kempson. Franco Nero nasce quattro anni dopo, il 23 novembre del 1941, e il suo vero cognome è Sparanero. Non ha attori in famiglia, non è nato in una grande città ma a San Prospero, un piccolo comune in provincia di Modena. Sulla carta non sembrava avessero molte probabilità di incontrarsi nella vita.

1969: Vanessa Redgrave debutta al Manchester University Theatre con la commedia Daniel Deronda e Franco Nero la raggiunge da Roma a sorpresa
Getty Images

Vanessa studia alla Central School of Music and Dance di Londra. E negli anni '50 frequenta l'Actors Studio. Il suo debutto sul palcoscenico risale al 1957. Il battesimo del set lo sostiene l’anno dopo con il padre, nel film, Behind the Mask. L’esperienza cinematografica la porta però a preferire il teatro, almeno fino gli anni '60. Franco Nero intanto si diploma e si iscrive alla facoltà di Economia e Commercio. L’idea di diventare un fiscalista non dura molto: forse in facoltà qualcuna gli ha fatto notare che i suoi occhi blu potevano bucare lo schermo, forse, semplicemente, si era accorto di avere dentro il fuoco sacro della recitazione. Franco lascia l’università è comincia a seguire i corsi del Piccolo di Milano. Fra i due, prima che si incontrino, ci sono quattro film per lei, tra cui Blow Up di Michelangelo Antonioni, e ben tredici per lui, compreso quel Django di Sergio Corbucci che gli regala la fama.

Vanessa, Franco e la mamma di lei Rachel Kempson
Getty Images

Il primo incontro non è esattamente un colpo di fulmine. Anni dopo lui racconterà: "Ho visto arrivare questa donna con i jeans bucati, struccata, con gli occhiali e ho chiesto al regista: sei sicuro di aver fatto la scelta giusta?". Sì che lo era. Lei, di cui al tempo si vociferava un vecchio flirt con Warren Beatty, è sposata con Tony Richardson e ha due figlie, Natasha e Joely, che diventeranno a loro volta attrici. Tuttavia, una sera Vanessa invita a cena quel 24enne italiano con cui divideva il set, e lo costringe a cambiare idea su di lei. Franco si presenta infatti alla porta e quando una donna affascinante, elegante, e ben truccata lo accoglie, lui dice timidamente: “Sono stato invitato dalla signora Redgrave a cena”, e quella risponde: “sono io”. La relazione tra la svettante Vanessa Redgrave (è alta 180 cm!) e Franco Nero inizia forse la sera di quel fatidico invito, poco prima che si concluda quella già incrinata col regista Richardson, che la lascia per Jeanne Moreau.

Vanessa Redgrave e Franco Nero in una pizzeria di Roma nel 1968
Getty Images

Vanessa e Franco diventano inseparabili. Si fanno vedere insieme al Festival di Cannes del 1967, alla cerimonia degli Oscar del 1969. A Londra, con la mamma di lei Rachel Kempson (è sempre un buon segno presentarsi le mamme). Il 14 gennaio 1969 Vanessa debutta al Manchester University Theatre con la commedia Daniel Deronda e fra gli spettatori ne trova uno inaspettato: è Franco, volato da Roma in segreto per venirla a vedere. I paparazzi li braccano a Roma, nei ristorantini di Trastevere, come due innamorati qualsiasi. È un amore grande quello che stanno vivendo, lei impara l’italiano così bene che quando nel 1983 accetterà di interpretare la regina Elisabetta in un cameo nel film commedia Sing Sing, di Corbucci, dirà al regista e a Enrico Montesano, con cui deve girare la scena: “Volete che faccia un po’ di accento inglese?”. Franco e Vanessa girano insieme un altro film, l'inquietante Un tranquillo posto di campagna, di Elio Petri. Nel 1969 nasce il loro unico figlio, Carlo. E subito dopo si conclude la loro storia d’amore, con gran dispiacere dei lettori di rotocalchi rosa.

Vanessa Redgrave e Franco Nero nella loro casa di Chiswick, a Londra, con il figlio neonato Carlo Gabriel Redgrave Sparanero.
Getty Images

Ma è mai finita, davvero? Lei avrà una nuova storia importante e mediatica dal 1971 al 1986 con lo 007 Timothy Dalton, poi niente di ufficiale, pare. Lui, che intanto non ha più bisogno di essere paragonato a Paul Newman, viene accostato dalla stampa a Catherine Deneuve, con cui ha girato Tristana, a Carrol Baker nel 1972, e a Goldie Hawn. Nel 1987 lui ha un altro figlio, Franquito, da Mauricia Mena conosciuta mentre girava Grosso guaio a Cartagena. La vita professionale dei due ex prosegue e non si incrocia. Vanessa intraprende anche l’impegno civile e politico, si batte per il riconoscimento della Palestina, il Corriere della sera la definisce “la Jane Fonda sull’altra sponda dell’Atlantico”. Quella privata viene funestata prima dalla perdita della sorella Lynn, popolarissima attrice anche lei, e poi della figlia Natasha Richardson nel 2009, per un tragico incidente di scii. Solo nel 2010 scopriamo che se le star vogliono tenere nascosti i loro affari possono farlo tranquillamente.

Franco Nero e Vanessa Redgrave oggi
Getty Images

Nel 2010 Franco Nero e Vanessa Redgrave annunciano infatti di essersi sposati segretamente nel 2006, 50 anni dopo il loro primo incontro. La notizia è accolta da chiunque con emozione, fa sognare tutti quelli che soffrono per una storia finita. Nel 2017 sono ospiti di Ballando con le stelle, nel ruolo di ballerini per una notte e nello stesso anno lei dirige Sea sorrow - Il dolore del mare, un film sul dramma dei rifugiati. La loro vita si divide fra la tenuta di lui, vicino Roma, e la casa di lei a Londra. In entrambe le situazioni si ritrovano spesso con tutto il clan cinematografico: il loro figlio Carlo, che fa lo sceneggiatore, la figlia di lei Joely con sua figlia Daisy Bevan (attrice, guarda un po’), i figli che la compianta Natasha ha avuto con Liam Neeson: Micheàl e Daniel. “Certamente”, ha detto Franco Nero al Telegraph che, un po’ come tutto il mondo, vuole soddisfare le curiosità della gente comune sull’epilogo meraviglioso di questa storia: “Gli uomini apprezzano sempre la bellezza. Ma invecchiando ti piacciono le donne più calme. Non le rompiballe”. No, un momento: da quando Vanessa Redgrave è una donna, noiosamente, tranquilla?