I figli di Sean Penn e Robin Wright sono uno dei motivi per cui hanno divorziato (really?!)

A quasi 10 anni dalla fine del matrimonio, l'attore rivela le divergenze educative che hanno portato l'amore al capolinea.

"The Last Face" - Red Carpet Arrivals - The 69th Annual Cannes Film Festival
George PimentelGetty Images

Erano una delle coppie d’oro di Hollywood, la bilancia perfetta tra eleganza sensuale e scavezzacollo irresistibile. Lei algida, fiera, lo sguardo tagliente e l’aria dominante. Lui un adorabile, incasinatissimo genio di regia e recitazione. Il divorzio Sean Penn e Robin Wright fu il classico sgomento generale, ma si è capito dopo che le classiche, inconciliabili differenze tra i due attori nascondevano qualcosa in più. Diversi metodi di percepire l’educazione dei figli di Sean Penn e Robin Wright, tanto per cominciare. Ma soprattutto, l’attrice di House Of Cards si era lamentata di doversi essere messa in disparte per seguire solo i bambini, e non più la brillante carriera, mentre Sean Penn film da Oscar e plausi conquistati. Tutto finito nel 2010. Ma i figli sono rimasti, così come le divergenze educative. Riportate da Sean Penn in un’intervista radiofonica con Marc Maron nel podcast WTF, un titolo una garanzia (di sgomento rinnovato da parte nostra, almeno).

Kevin MazurGetty Images

Sean Penn si è riferito alla ex moglie con una frase diretta: “Non andiamo molto d’accordo. Non parliamo mai”. Pietra più che tombale sul come eravamo (splendidi, accidenti a loro). Dopo Madonna e svariate fidanzate per Sean Penn trovare Robin Wright fu come approdare in un porto sicuro. E dire che comunque anche la loro non fu una storia di rose & fiori. Fidanzati dal 1989, sposi nel 1996, una prima istanza di divorzio nel 2007 e infine la chiusura definitiva tre anni dopo. I rapporti con la madre della figlia Dylan Penn e del figlio Hopper Penn, non sono granché. Anche perché i due ex coniugi credono in metodi educativi differenti. “Abbiamo un rapporto separato con i nostri figli e sembra funzionare bene perché ora sono loro a prendere le loro decisioni” ha raccontato Sean Penn. “Lei (Robin) ed io non condividevamo le stesse prospettive etiche di educazione parentale, anche dal punto di vista di essere genitori di figli adulti” ha concluso l’ex attore, ormai non più interessato allo showbiz e riconvertito in scrittore (ha appena pubblicato il libro Bob Honey Who Just Do Stuff).

Gilbert CarrasquilloGetty Images

Adulti, sì. Perché Dylan Penn oggi ha 26 anni e di professione fa la modella e l’attrice. Il fratello Hopper Penn di anni ne ha 24 e anche lui è nel mondo dello spettacolo. Figli d’arte cinematografica, una linea ereditaria che continua a dipanarsi. Lei somigliantissima a mamma Robin Wright, lui praticamente la copia giovane (e se possibile ancora più scarruffata) di papà Sean (e stesso caratteraccio, a quanto pare), si fanno strada piano piano senza approfittare troppo dei nomi (e cognomi) che li hanno messi al mondo. “Sono persone stupende” ha confessato Sean Penn. “Sono nell’industria della moda e dello spettacolo, che a me non interessa ma loro a quanto pare si divertono. Li sostengo in tutto quello che li rende felici e sereni, tutto qua”. Forse non sarà (stato) un padre modello, se possibile è stato un ancor più pessimo compagno (citofonare Charlize Theron), ma Sean Penn oggi è sicuramente un padre orgoglioso.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip