Meghan Markle ha già deciso come/quando/dove partorire?

Mentre la data di nascita del royal baby si avvicina, la Duchessa di Sussex lancia le sue personalisssime indiscrezioni.

image
Getty Images

Meghan Markle incinta una di noi. Con etti di glamour in più, okay, ma c’è qualcosa che accomuna la Duchessa di Sussex ai comuni mortali. Ed è la scena festiva incubo delle persone over 30: Meghan in dolce attesa che si ritrova attorniata dai parenti del marito Harry d’Inghilterra nella tenuta di Sandringham. Gli sguardi fissi sul pancione prominente e la domanda espressa col sorriso curioso: “Quando nasce il figlio di Meghan Markle?”. Un suggerimento involontario lo avrebbe dato la stessa ex attrice di Suits il giorno di Natale, durante la sfilata verso l’ingresso della chiesa di Sandringham assieme ai cognati William e Kate Middleton, da cui si intuiva che il nuovo royal baby potrebbe nascere prima di quanto si immagini. Infatti, meno di un mese dopo, arriva la notizia ufficiale della fine del tempo, che scade esattamente fra gli ultimi giorni di aprile e i primi di maggio. Saranno poi effettivamente due gemelle? Sarà maschio o femmina? Massimo riserbo (per tradizione) di Kensington Palace sul sesso del nascituro e sulla data del parto di Meghan Markle, che però potrebbe persino essere anticipata di qualche settimana e assestarsi sui primi giorni di marzo 2019. Interrogata su come si sentisse con il pancione, la duchessa ha risposto: “Ci siamo quasi”, scatenando le supposizioni sull’effettiva data di nascita del primogenito di Harry e Meghan. E che tipo di parto Meghan Markle ha intenzione di avere? Avrà paura del momento? Le ipotesi sono numerosissime.

Il parto di Meghan Markle in acqua. La duchessa di Sussex è sì una ex attrice di Hollywood e dintorni, ma di parto in acqua non è ben chiaro se voglia sentir parlare o meno: all’ufficializzazione della gravidanza l’opzione Meghan Markle parto in acqua sembrava essere un rumor quasi certo. A quanto pare l’idea sarebbe stata parzialmente accantonata, al momento non è un’opzione valida, ma si sa che gli inglesi possono rialzare le quote al momento (del gossip) giusto.

Il parto di Meghan Markle yoga. Una disciplina che Meghan pratica da tempo, sulla scia di sua madre Doria Ragland che è un’istruttrice di yoga a Los Angeles. Cosa significherebbe un parto yoga? L’applicazione delle tecniche di respirazione e la scelta di posizioni yoga per il parto che aiutano a favorire la nascita del bambino e ad alleviare la sensazione di dolore. Nonostante in sala parto di regola non siano ammessi i padri (ma il primo a dribblare l’etichetta fu Carlo con Diana) o altre persone al di là del personale medico, è probabile che Meghan infranga definitivamente il protocollo di corte chiedendo di avere sua madre vicina durante il travaglio. E anche Harry, magari.

Getty Images

Il parto di Meghan Markle con ipnosi. Di parto con l’ipnosi si era parlato anche per Kate Middleton ai tempi della nascita di George, ma alla fine non si è saputo più nulla in dettaglio. Ricorrere all’ipnosi durante il travaglio può diminuire (o quasi eliminare) la percezione del dolore delle contrazioni, se per qualunque motivo non ci si può sottoporre ad una siringa di epidurale. Questo potrebbe essere un tipo di parto dolce molto in linea con lo stile di Meghan Markle.

Il parto di Meghan Markle in ospedale. Sicurezza, esperienza, uno staff interamente dedicato e la privacy al massimo: che Meghan partorisca in ospedale è assai quotato, visti i precedenti recenti di Kate Middleton e le ristrettissime regole cui deve sottostare lo staff medico che si occupa di far nascere i royal babies. Si tratterebbe naturalmente della riservata Lindo Wing del St. Mary’s Hospital, dove sono nati i tre nipotini George, Charlotte e Louis. Conti in tasca agli inglesi: il ricovero si attesta sui 7 mila euro a notte per il pacchetto di lusso.

Il parto di Meghan Markle in casa. Sarebbe in linea con le antichissime tradizioni della casata dei Windsor, e già andrebbe più a genio ai conservatorissimi sudditi di Queen Liz. A quanto pare Meghan è più che incline ad accontentarli: la Duchessa avrebbe espresso il desiderio di partorire a Frogmore Cottage, la residenza reale in cui abiteranno lei e Harry con il loro primogenito. Fuori gli asciugamani e l’acqua calda, su!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip