Quella volta che Scarlett Johansson ha smesso i panni da eroina, nemmeno i superpoteri potevano proteggermi

No, forse nemmeno la Vedova Nera di The Avengers ci sarebbe riuscita.

image
Getty Images

Tra le tante celebrity rimaste vittima dei cosiddetti deepfake, i video porno fasulli ma molto realistici in cui i volti dei protagonisti vengono trasformati grazie a software gratuiti di intelligenza artificiale, Scarlett Johansson oggi. Ovvero l’attrice più pagata di Hollywood (e quindi del mondo), ovvero la donna i cui frame hot si concentrano nel mirino dei gotha del tech. Dopo mesi di battaglie informatiche e legali per cercare di rimuovere la miriade di video in cui si è ritrovata interprete principale, suo malgrado e seguenti fake porno Scarlett Johansson ha affidato il suo sfogo rassegnato a un'intervista a The Washington Post. “Penso sia uno sforzo inutile, perché internet è un enorme cunicolo spazio-temporale oscuro che ingurgita se stesso. E provare a proteggere se stessi dalla sua depravazione si rivela, nella maggior parte dei casi, una causa persa”, ha dichiarato.

Getty Images

La protagonista di The Avengers non è nuova a situazioni di “pubblico imbarazzo” sul web. Ad esempio, nel 2011 l’attrice 34enne è stata al centro di un caso scatenato dalla pubblicazione di alcune sue foto nuda rubate e postate online da un hacker (condannato poi a 10 anni di carcere). Oppure il robot umanoide a grandezza naturale con le sue sembianze, creato da un suo fan di Hong Kong un paio di anni fa. Le ragioni per le quali Scarlett Johansson oggi ha deciso di gettare la spugna vanno rintracciate nell'eccessiva frammentazione delle normative che regolano la circolazione dei contenuti sul web: “Ogni Paese ha il suo impianto legale che disciplina i termini per la tutela della propria immagine, pertanto anche se si riuscisse a oscurare dei siti negli Stati Uniti, le stesse regole potrebbero essere non applicabili in un altro Stato, rendendo quindi vano qualsiasi intervento. Mi sono tristemente trovata in questa situazione, molte, troppe volte”.

Scarlett Johansson e il neo fidanzato Colin Jost
Getty Images

Ma le celebrità, prosegue l'attrice di Match Point, sono soltanto il lato evidente ed eclatante di un fenomeno che in realtà riguarda tutti: “Soprattutto i soggetti più vulnerabili… E penso ai bambini e agli anziani, che dovrebbero prendere le massime precauzioni per proteggere le proprie identità e contenuti personali”, ha aggiunto sul fenomeno dei deepfake Scarlett Johansson. “Tutto questo difficilmente cambierà perché su Internet il sesso è un business enorme e anche il più inesperto degli hacker è in grado di sottrarre online un'identità. Ciò che fa la differenza sono soltanto i reali interessi che si hanno nel colpirlo".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip