Qualcuno si è mai accorto che i reali inglesi viaggiano senza cinture di sicurezza?

C'è voluto l'incidente del principe Filippo per far notare al mondo che i familiari della regina Elisabetta non rispettano una delle misure più importanti per la sicurezza stradale: why?

image
Getty Images

I membri della famiglia reale inglese non mettono la cintura di sicurezza. Ed ecco un’altra indiscrezione/stranezza a cui non avevamo mai fatto caso (o forse qualcuno sì), una di quelle bizzarrie reali e curiosità su Kate Middleton & Co. come la faccenda dei figli che non hanno gli stessi cognomi dei padri, ma neanche della nonna sovrana, o sulla borsetta della regina che è la stessa da 92 anni. Ma insomma, i reali non sono persone come noi? Sì che lo sono. Eh no che non lo sono, e stabiliamolo una volta per tutte, anche perché nessuno di noi ha un’inserviente che indossa le nostre scarpe nuove per ammorbidirle (la regina ce l’ha), guadagnandosi le vesciche al posto suo. La faccenda delle cinture di sicurezza è saltata fuori a seguito dell’incidente d’auto causato dal principe Filippo, che a 97 anni suonati gironzolava nei paraggi della tenuta di Sandringham alla guida di una Range Rover e si è scontrato con un’altra auto di cui ci auguriamo che la guidatrice (che si è rotta un braccio) non lo abbia coperto di insulti appena scesa, prima di accorgersi di chi aveva davanti. Filippo, infatti, non indossava le cinture di sicurezza e la cosa è risultata così più evidente all’opinione pubblica. A quanto dicono i testimoni, non la indossava neanche Kate Middleton quando poco prima di Natale è arrivata a sorpresa in visita alla regina guidando lei stessa la sua auto, creando scompiglio tra i turisti davanti ai cancelli di Buckingham Palace. Come mai?

Getty Images

L’arcano l’ha svelato alla rivista inglese Hello! l’ex responsabile della sicurezza di Buckingham Palace Simon Morgan che ha spiegato come la decisione di fare o non fare agganciare le cinture ai membri della famiglia reale viene comunque presa caso per caso e in occasioni diverse, ma che si tende a optare più che altro per il "no". Il motivo è facile da immaginare: in caso di emergenza, ad esempio un attentato o anche un incidente che coinvolge diversi mezzi, è molto più facile e veloce evacuare i reali dall’abitacolo dell’auto senza bisogno di maneggiare nervosamente in cerca dei tasti per sganciare la cintura. Ma comunque, rimane una decisione della persona, che se preferisce agganciare la cintura può farlo. Anche perché questa misura di sicurezza sfiora l’illegalità visto che nel Regno Unito, e ormai nella maggior parte dei paesi in cui i reali vanno in visita ufficiale, allacciare le cinture di sicurezza è obbligatorio. Simon Morgan ha infatti specificato che i membri della Royal Family, in effetti, non godono di un’esenzione ufficiale, a parte alcune cerimonie particolari come ad esempio i cortei (lenti) organizzati (da o per) la Corona, soprattutto quando si tengono con veicoli d’epoca. Resta da capire se quelle volte in cui la regina viaggia senza cintura e non si tratta di queste eccezioni, poi le arrivino le multe a palazzo (mmmmh… forse no?).

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip