Il matrimonio del mio migliore amico 22 anni dopo ha ancora IL finale sbagliato

1997-2019 in uno scatto: la reunion Julia Roberts, Rupert Everett, Dermot Mulroney e Cameron Diaz è QUI

image
Getty Images

Ti vedo là, da sola, al tuo tavolo, con il vestito lavanda... Ti ho detto che ho un vestito lavanda?! E le prime note di I say a little prayer for you di Aretha Franklin iniziano a disperdersi nell’aria rarefatta delle scenografia del film Il matrimonio del mio migliore amico. Quello in cui il dialogo Julia Roberts Rupert Everett scrive la fine di uno dei blockbuster icona dei Novanta e dichiara l’inizio di una storia d’amore che dura 22 anni esatti tra noi spettatori con la saudade 90s addosso e il cast monopolizzatore dei tappeti rossi hollywoodiani delle comédie a stelle e strisce. Julia Roberts, Rupert Everett, Dermot Mulroney e Cameron Diaz ora come ieri, nel 1997, quando la pellicola (sur)realista di P.J. Hogan debuttava in tutte le sale del mondo. Riunito oggi sulla copertina della rivista americana Entertainment Weekly, il cast de Il matrimonio del mio migliore amico ci riporta in medias res nelle vite di una Julia Robert giovane che si trascinava vestita di satin glicine piagnucolando Si lo ho baciato ma ho perso. Lui non ama me, ama te.

Rupert Everett, il regista P.J. Hogan, Julia Roberts, Dermot Mulroney e Cameron Diaz alla première de Il matrimonio del mio migliore amico al Sony Theatres in Lincoln Square a New York City nel giugno del 1997.
Getty Images

Mulroney si commuove fino alle lacrime quando parla del film: “Penso a loro ogni giorno. Perché negli ultimi 22 anni la gente viene da me e cita ogni giorno questo film”, confessa commosso Mulroney al magazine statunitense. “Ero terrorizzata dal fare la scena del karaoke”, gli fa il verso Cameron Diaz oggi .“Volevo correre e nascondermi, e Dermot mi ha tenuto lì. Ha detto: ‘Puoi farcela, puoi farcela’. Nella scena lo sto fissando per tutto il tempo perché mi guardava come per dire ‘Stai bene. Non morirai’ E io pensavo ‘Ma sto morendo’. E anche Julianne sapeva che non volevo cantare e lei mi ha fatto cantare”.“La commedia romantica è un genere davvero difficile. Penso che ciò quello che uccide le commedie romantiche sia spesso il fatto che sembrano dei preconfezionati o dei cibi surgelati che non sono stati ancora scongelati – non sono proprio freschi. Ma quando vedo il film, regge ancora. Quando è divertente, è davvero divertente e gli attori brillano tutti. E penso che Julia sia stata straordinaria nel ruolo della protagonista. Voglio dire, chi altri sarebbe riuscito a farlo?”. “La commedia romantica è un genere davvero difficile. Penso che ciò che le uccide sia il fatto che sembrano dei cibi preconfezionati. Ma quando vedo il film, regge ancora. Quando è divertente, è davvero divertente e gli attori brillano tutti”, conclude suEW il regista de Il matrimonio del mio migliore amico P.J. Hogan. “E penso che Julia sia stata straordinaria nel ruolo della protagonista. Voglio dire, chi altri sarebbe riuscito a farlo?”.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Love is Love