Honor Swinton Byrne ovvero essere figlia di Tilda Swinton, la madre più camaleontica ever

Somiglianza leggera, differenze epocali: la freschezza della non-attrice rivelazione del Sundance 2019.

image
Getty Images

Tra tutte le figlie di, a lei è toccata indubbiamente la madre più cool e multitasking dell’universo. Un sinonimo di trasformismo, l’essenza stessa dell'essere attrice. Ma ad Honor Swinton Byrne figlia di Tilda Swinton il paragone materno non fa paura. Beata lei. C’è chi al solo pensare di mettersi in competizione con una mamma attrice tra le più premiate del mondo cinematografico potrebbe avere un tremolio alle vene, ma Honor Swinton Byrne età 22 anni questo problema lo ha eliminato alla radice. Perché ha aspettato il tempo giusto per occupare il suo spazio sui set, sufficientemente adulta da reggere il peso, sufficientemente giovane per diventare una nuova attrice di culto.

La biografia di Honor Swinton Byrne comincia nel 1997, il suo anno di nascita. Mamma Tilda Swinton e papà John Byrne accolgono l’arrivo dei gemelli Honor e Xavier nella loro casa in Scozia: lei è un’attrice già affermata e amatissima dai registi come Derek Jarman che l’hanno eletta a musa esistenziale dei loro esperimenti visivi, lui è un commediografo e artista particolarmente attivo anche nel campo della pittura. Una casa dove la cultura e l’arte della recitazione si ciucciano nel biberon assieme ai biscotti spezzettati. L’infanzia e l’adolescenza di Honor Swinton Byrne non subiscono scossoni di sorta: tutto sommato è una vita tranquillissima, accuratamente tenuta lontana dai riflettori nonostante la fama di Tilda Swinton aumenti a livelli siderali. Per Honor Swinton Byrne e il fratello gemello Xavier è solo la loro mamma, nemmeno troppo bizzarra a differenza delle sue camaleontiche trasformazioni sul grande schermo.

Getty Images

Ed è proprio sul set di un film recitato dalla mamma, Io sono l’amore di Luca Guadagnino (che in Tilda Swinton ha trovato una delle sue ispirazioni più potenti tanto da volerla anche nel recente Suspiria), che Honor Swinton Byrne fa il suo silenzioso debutto. È il 2009, è ancora una bambina e il suo è un piccolissimo cameo appena registrato nei titoli di coda. Altro che baby star tra i figli d'arte, la fanciulla rientra in casa in Scozia per finire la scuola sempre col fratello. Mamma Tilda ci tiene particolarmente a tenere i figli lontanissimi dalle attenzioni moleste e morbose dei media, loro stessi non amano le ingerenze: Honor Swinton Byrne Instagram lo tiene rigorosamente privato (per ora). Un’altra decina di anni e dopo il diploma la carriera di Honor Swinton Byrne film inizia ufficialmente. Con un vero ruolo da protagonista nel film Souvenir di Joanna Hogg, prodotto da Martin Scorsese e presentato al Sundance Festival 2019, decisamente inaspettato. Perché nessuno avrebbe mai pensato che Honor Swinton Byrne volesse calpestare una strada così familiare: ci è voluto l’intervento di ricerca di Joanna Hogg, che voleva per la sua protagonista una non-attrice pura e un volto freschissimo, per convincerla a percorrerla.

Souvenir è stato acclamato come uno dei migliori dell’edizione 2019 del Sundance proprio grazie alla performance recitativa della giovane attrice scozzese che interpreta una studentessa di cinema degli anni 80 (basata sulla regista), tra misoginia dell’industria, amori confusi (il fidanzato è interpretato da un ombroso Tom Burke) e rapporto difficile con la famiglia. Chicca assoluta, la madre nella finzione è proprio quella reale. Alla presentazione del film al 69 Festival del Cinema di Berlino, Tilda Swinton e Honor Swinton Byrne in Chanel si sono presentate indossando lo stesso stivaletto dorato stringato, con due look completamente opposti: abito concettuale nero per la mamma, jeans pre-washed patchwork e felpa di design per la figlia. Opposte totalmente, unite per i piedi. Nonostante il ruolo di protagonista, Honor Swinton Byrne è stata tenuta abilmente lontana dalla stampa e dalle interviste, al massimo è apparsa in conferenza stampa e le uniche domande accettate sono state quelle dei moderatori. Un eccesso protettivo che potrebbe portarle davvero fortuna, vista la fama independent che si sta conquistando sul campo: il film alla Berlinale 2019 non ha di certo diviso il pubblico europeo. Intanto il personaggio di Honor Swinton Byrne tornerà nella seconda parte di Souvenir ancora tutta da girare: al suo fianco arriverà Robert Pattinson nei panni di un nuovo fidanzato. Fresca come il vento delle Highlands, Honor Swinton Byrne sarà il vero breakthrough di quest’anno. E mamma Tilda, enigmaticamente, approva.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip