"Il caso Thomas Markle" è il film reale in cui George Clooney difende Meghan Markle

L'attore e regista ha preso le parti della Duchessa di Sussex nell'eterna e sfiancante sfida pubblica con il padre (che non ha molto gradito).

image
Getty Images

Un padre, una lettera, una figlia famosa. Il copione è un abbozzo, la storia continua a scriversi con un inchiostro denso di sentimenti contrastanti. La lettera di Meghan Markle al padre Thomas Markle, un mistero tenuto sotto chiave per diversi mesi e rivelato da lui quando, con tempismo (im)perfetto, le cose sembravano in fase di aggiustatura. E tutto si sfilaccia di nuovo. La pubblica esposizione della duchessa di Sussex per colpa del padre sta iniziando a irritare pesantemente il cerchio magico degli amici di Meghan Markle e Harry, che vogliono proteggere gli ultimi mesi di gravidanza di Meghan da ogni attacco possibile. Tanto che è arrivata anche la difesa di George Clooney nei confronti della duchessa, cui Thomas Markle avrebbe reagito malissimo. Perdendo una nuova occasione per riabilitare la sua già difficile immagine agli occhi del mondo.

Un riepilogo rapido sulle ultime news su Meghan Markle ora: a inizio febbraio 2019 le amiche della duchessa hanno fatto il debunking del caso Meghan Markle Thomas Markle, chiarendo che i rapporti tra loro si sono rovinati per colpa dei comportamenti opportunisti di lui nel corso delle prime fasi pubbliche dell'amore tra Harry e Meghan. La riprova sta(va) in una lettera di Meghan Markle spedita al padre ad agosto 2018, dove scriveva di essere stata ferita dalla scelta di mettere sempre in mezzo la stampa tra loro due. Lettera che Thomas Markle ha poi fatto pubblicare davvero sui giornali, esponendo il lato più privato della figlia ai commenti del mondo intero. Immancabile a questo punto una difesa diretta da parte di chi conosce bene e frequenta la ex attrice di Suits: George Clooney. L’attore e regista di Catch-22 ha sferrato un jab durissimo ai giornali sempre pronti a scrivere paginate sulla vita privata di Meghan Markle. E, di conseguenza, ha stigmatizzato il comportamento di papà Thomas. I Clooney sono molto amici di Harry e Meghan e vedere la duchessa così esposta ha molto infastidito George, che ha subito spesso intrusioni scandalistiche nel matrimonio con Amal Alamuddin, prima e dopo la nascita dei figli. “È umiliata dalla stampa” ha rivelato l’attore in un’intervista esclusiva al magazine australiano Who. “Meghan è al settimo mese di gravidanza ed è perseguitata nello stesso modo di Diana, è una storia che si ripete. Abbiamo visto com'è finita. Non riesco a spiegare quanto sia frustrante vedere che una lettera privata di una figlia al padre venga gettata in pasto alla stampa”. Secco, netto, deciso, George Clooney oggi non le manda più a dire anche in difesa altrui. Stando a quanto riporta TMZ, al papà di Meghan Markle l’intervento dell'attore non è piaciuto: Thomas Markle avrebbe commentato che George Clooney avrebbe dovuto fare un po’ di ricerca sul rapporto tra lui e la figlia prima di aprire bocca sulla loro difficile relazione. Per quanto, e qui sta l’amaro paradosso, Thomas Markle contro George Clooney sia però d’accordo con i problemi scaturiti dagli impicci della stampa scandalistica nella vita privata delle persone. Sulla carta, giustissimo. Ma nelle storie che coinvolgono Thomas Markle, purtroppo, la privacy diventa carta (straccia) per la pubblicazione di gossip virulenti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip