Le regole auree degli amici di letto spiegate dalle star che le hanno praticate (in segreto)

Si può fare sesso con un amico senza rovinare l'amicizia? Cinque storie di celebs che ci hanno provato sono l'esempio perfetto del sì, e del no.

“Amici mai” canta(va) Antonello Venditti per descrivere il rapporto tra due persone che si amano o si sono amate. Ci sono invece, al contrario, quelli che sono molto amici ma sperimentano i piaceri di una relazione sessuale senza vincoli sentimentali. Sono i cosiddetti amici di letto, che gli americani chiamano friends with benefits. Ma per portare avanti questo tipo di relazioni ci sono delle regole ferree da seguire, in modo da impostare una buona relazione di sesso tra due amici evitando coinvolgimenti sentimentali in cui, alla lunga, uno dei due può incappare. Proviamo a sintetizzare 5 regole d’oro per essere dei buoni amici di letto e scopriamo chi, fra le celebrità, le ha applicate con i propri amici altrettanto famosi. Almeno, da come si mormora.

#1 Amici di letto, la prima regola è: darsi delle regole. Come NON hanno fatto Cameron Diaz e Justin Timberlake. Quando Cameron Diaz e Justin Timberlake hanno interpretato insieme Bad Teacher - Una cattiva maestra, si sono ritrovati felicemente sul set anni dopo essersi lasciati e NON bene: la coppia è stata insieme dal 2003 al 2007 con una storia iniziata soft e diventata una vera relazione (tra le più belle di Hollywood lo diciamo?). Justin Timberlake nello stesso anno, 2011, fa training autogeno interpretando un amico di letto di Mila Kunis in Friends with Benefits...morale? È importante stabilire delle regole di “convivenza” tra amici di letto, piantare dei paletti che devono rimanere inamovibili sui rapporti sia all’interno della relazione di amicizia che in quella sessuale. Niente di stressante, sia chiaro perché la seconda regola parla chiaro.

#2 Gli amici di letto non si stressano. Come hanno fatto Ryan Reynolds e Sandra Bullock. La relazione da amici di letto non è mai stata confermata dai due, ma le fonti a loro vicine spifferavano che ci sia stata nel 2010 quando entrambi, amici da dieci anni, avevano un matrimonio fallito alle spalle e hanno trovato conforto l'uno nell'altro. La loro, a detta delle voci, è stata una relazione puramente sessuale, senza stress grazie all’assenza di vincoli e di ripercussioni affettive. Se ne può prendere esempio lasciandosi andare ai piaceri del sesso, alla sperimentazione senza tabù. Insomma, a godersi il godibile senza mettere ansia al partner e a noi stessi.

# 3 Vietata la gelosia tra gli amici di letto. Lo ha imparato a sue spese Nina Dobrev, la cui storia col suo coprotagonista de I diari del vampiro, Ian Somerhalder non doveva essere esattamente “ufficiale”. Sono in molti a dire che sul set c’era stato, sì, qualcosa di un po’ più che amichevole tra loro, ma che non doveva prevedere un coinvolgimento sentimentale. Se non c’è amore tra amici di letto non può esserci nemmeno gelosia. Il fatto di essere amici e amanti non vuol dire che il rapporto sia esclusivo quindi niente scene madri con domande del tipo “dove sei stato/a?”, “con chi sei uscito/a?” e robe del genere. Il momento in cui ci si vede solo per darsi piacere deve essere unico, atteso e gustato sotto tutti i punti di vista, la gelosia può solo nuocere al rapporto facendolo diventare in tutto e per tutto simile a una relazione fissa. Invece, pare che quando lui ha cominciato a frequentare seriamente Nikki Reed lei non l’abbia presa bene e che a un passo dalle nozze fra i due, Nina abbia avuto un ultimo rendez-vous d’addio con Ian. Insomma, un pasticcio di cui a noi sono arrivate solo le versioni ufficiali.

# 4 Gli amici di letto usano precauzioni. La regola vale per tutti i rapporti sessuali, sia chiaro. Ma in questo caso ancor di più. Perché, proprio per la sua natura saltuaria, il rapporto sessuale tra amici di letto resta un rapporto occasionale e la mancanza di vincoli non vieta a nessuno dei partner di avere rapporti sessuali con altre persone al di fuori della coppia. Quindi evitate colpi di testa ed usate il contraccettivo. Se vogliamo immaginare un esempio, prendiamo quello di Scarlett Johansson che dopo aver rotto con Ryan Reynolds ha scelto come amico di letto l’ex Jared Leto. Niente più coinvolgimenti sentimentali e un rapporto da cui sai cosa aspettarti, soprattutto da un salutista del genere.

5 # Se uno dei due si innamora l’altro tronca. L’ultima regola è basilare ed è strettamente connessa al tipo di rapporto. Quando in uno dei due amici di letto si accende la scintilla dell’amore, del sentimento o qualcosa di simile è giusto troncare il rapporto. Può succedere che il fatto di vedersi in maniera così intima, provare e darsi piacere l’uno l’altra senza pensieri possa far scattare in uno dei due la voglia di qualcosa di più, il pensare che il rapporto possa diventare stabile restando altrettanto piacevole. Ma se il partner resta dell’idea che oltre l’amicizia non si possa andare allora è giusto farla finita proprio per evitare che alla lunga qualcuno possa soffrire, sempre che già non stia soffrendo. E una storia così pare sia capitata nel 2015, fra Kate Hudson e Nick Jonas. Sembra che i due, presentati da un amico comune, abbiano iniziato a frequentarsi subito senza impegno. Lui, che ha 13 anni di meno, ne parlò troppo bene in pubblico, lei fece l’errore di pensare che ci fosse di più. Si dice che si fosse presa una bella sbandata. E fu necessario tagliare corto. In un’intervista Nick la disse poi che "Kate è incredibile. Abbiamo avuto un'incredibile connessione come due umani che si ammirano semplicemente e vedono qualcosa di bello l'uno nell'altro. Per rispettare lei e la sua privacy, non ho intenzione di dire se abbiamo fatto sesso o no. Ma abbiamo avuto una bellissima connessione. Anche adesso ho tanta ammirazione e rispetto per lei. È fantastica". Beh, faceva prima a confessare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip