Claudia Schiffer: "Se non avessi fatto la modella forse avrei tentato la carriera di tennista"

In occasione del 25mo anniversario di Marie Claire America la modella tedesca parla di carriera, amore e figli.

Il 1994 ha visto il lancio di Friends, Amazon e Marie Claire. Per il suo 25mo anniversario, Marie Claire America ha chiesto a Claudia Schiffer, sua prima modella di copertina, di tornare sulle sue pagine.

1. Se non fossi stata una modella, sarei: disoccupata.

2. I migliori consigli lavorativi che ho ricevuto: segui il tuo istinto e sii te stessa.

3. Le tre qualità che mi hanno portato dove sono oggi: istinto, tenacia e fortuna.

4. Momento in cui ho sentito di avercela fatta: quando avevo 18 anni, sono uscita dal mio ascensore di New York una mattina e una persona mi ha chiesto: "Are you the Guess girl?". Sapevo che la mia vita era cambiata.

5. La decisione professionale più angosciante che abbia mai preso: rifiutare una borsa Hermès che porta il mio nome.

6. La decisione professionale più semplice che abbia mai preso: andare a Parigi a 17 anni dopo essere stata notata in una discoteca di Düsseldorf.

7. Come ho guadagnato il miei primi soldi? Lavorando per Chanel.

8. Gli ultimi binge-watched: Modern Family, The Crown e How I Met Your Mother.

9. I libri che mi hanno segnato: Nurture: Notes and Recipes from Daylesford Farm di Carole Bamford e How Not to Die di Michael Greger.

10. Canzone preferita: The Beautiful Ones di Prince.

11. La canzone che vorrei fosse diffusa al mio funerale: 99 Luftballons di Nena.

12. Il primo album che ho comprato: Physical di Olivia Newton-John.

13. Nella mia lista dei desideri: fare un corso di mixology per allargare il mio repertorio oltre al martini al frutto della passione. Imparare da un giocatore di carte professionista a battere Matthew [Vaughn, suo marito]. Seguire un corso di PlayStation per poter battere mio figlio.

14. Cibi che non mi vergogno di ammettere di amare: hamburger, patatine fritte e Coca Cola.

15. Cocktail preferito: martini al frutto della passione.

16. Se potessi vivere in un paese straniero, sarebbe: l'America [attualmente vive in Inghilterra].

17. Il mio giorno perfetto potrebbe iniziare: su una barca con la mia famiglia.

18. Il mio giorno perfetto potrebbe terminare: su una barca, bevendo rosé freddo guardando il tramonto.

19. Una cosa in cui sono davvero brava: Backgammon.

image
Schiffer on the runway at Chanel Spring/Summer 1991 in Paris, France in October, 1990.
Daniel SIMONGetty Images

20. Una cosa in cui sono epicamente pessima: cucinare.

21. Potere da supereroi che vorrei avere: invisibilità.

22. Qualcosa che è meglio in teoria che in pratica: l'epidurale.

23. Il negozio dove esci sempre (almeno) con un acquisto: Ulla Johnson a New York.

24. Come mi schiarisco le idee dopo una brutta giornata: vado a fare una lunga passeggiata in campagna con i nostri cani.

25. Qualcosa di carino che ho fatto di recente solo per me: un lungo bagno rilassante con oli biologici e sali di Epsom.

26. Se potessi competere in uno sport olimpico, vorrei che fosse: il tennis.

27. Prodotti beauty must-have: mascara e piegaciglia.

28. Il mio primo bacio: i miei primi veri baci... quando ho incontrato mio marito nel 2000.

29. Le tre qualità che pensavo di volere in un partner: onestà, aspetto e lealtà.

30. Le tre qualità che contano ora: le stesse!

31. Consiglio amoroso a me più giovane: non cambiare nulla.

32. Momento in cui sapevo di essere innamorata: quando ha iniziato a piacermi la Marmite [una crema spalmabile], che avevo sempre odiato, dopo che Matthew me la fece provare di nuovo. Solo l'amore può farlo.

33. La cosa più folle che ho fatto per amore: ho rinunciato a viaggiare tanto e ho rallentato la mia carriera.

34. Cosa avrebbe potuto dire il mio ragazzo del liceo su di me: che non sono poi così timida.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip