La regina Elisabetta abdicherà a momenti e l'ultima apparizione pubblica è un chiaro messaggio?

Celare un segreto sperando che venga compreso da tutti attraverso tanti piccoli piccoli dettagli: l'addio al trono.

La regina Elisabetta ha indossato la corona leggera, molto leggera, per un cerimoniale importante. Semplice stanchezza, l'età. Oppure dietro un gesto che viola (vistosamente) il cerimoniale di riapertura del Parlamento del Regno Unito si nasconde qualcosa di importante, di drastico? Di falsi allarmi sull’abdicazione della regina Elisabetta II ne abbiamo visti e sentiti a decine. L’ultimo risale a febbraio 2019 quando il Daily Mail ha annunciato che, secondo un’insider della famiglia reale, la sovrana stava predisponendo le cose in modo da lasciare il regno al figlio Carlo o al nipote, il principe William. Sarebbe comprensibile: salita al trono a 25 anni, tenuto in riga un reame per 67, a 93 avrebbe tutto il diritto di andare in pensione. Ma è in queste ultime settimane che alcuni sintomi danno l’idea che quel momento storico (che potrebbe strapparci qualche fitta di commozione) stia veramente per arrivare.

Torniamo ad agosto 2019: il neoeletto primo ministro Boris Johnson vuole forzare la mano alla Brexit che Theresa May non è riuscita a mandare in porto. Per ottenere il risultato velocemente, chiude il Parlamento per impedirgli di mettere al voto le sue decisioni mentre tratta con l’Unione Europea, e la regina lo autorizza. Esplodono le proteste e le accuse di violazione della democrazia monarchica, una petizione raccoglie già nel primo giorno 500mila firme. Inevitabilmente, l’opinione pubblica si chiede “ma la regina si rende conto di essere stata gabbata?”. Sembra come che abbia perso smalto, che abbia assecondato il capo del governo senza opporre la minima resistenza.

LEON NEALGetty Images


Il 14 ottobre, per la riapertura, la regina si presenta alla Houses of Parliament in abito bianco e stola di pelliccia, décolletées basse argento. Pronuncia il suo discorso seduta a fianco del principe Carlo che presumibilmente dovrebbe succederle, e della consorte Camilla. La regina non ha partecipato alla stesura dello speech, è stato preparato dal governo e ribadisce l’intenzione di uscire dall’UE il 31 ottobre, per cui il suo contenuto, anche se ha lasciato perplesso qualcuno, non rappresenta per noi un sintomo. Lo rappresenta però ciò che portava sulla testa, l’inequivocabile segno di stanchezza rappresentato dalla corona che ha in testa. Non più la Corona Imperiale di Stato, dal peso che supera il chilo e cento, ma la tiara di Giorgio IV, molto più leggera. La Corona con la C maiuscola, quella che si vede formarsi nella sigla di The Crown, è presente ma tenuta sul cuscino vicino a lei, come un simbolo.

La corona principale della Regina Elisabetta II
LEON NEALGetty Images


La regina non aveva mai rinunciato a tenerla sul capo, nelle cerimonie solenni, e questo gesto sembra davvero un segnale di saluto, di distacco da qualcosa che deve cedere. Resta solo da capire le modalità in cui questo accadrà. La regina passerà solo la reggenza al figlio Carlo fino alla sua scomparsa, per poi lasciare che le succeda, o abdicherà per cedergli direttamente il trono e finire la sua vita senza il titolo? O la figura in gioco, già designata, è quella del principe William, il giovane senza scandali e con tutte le carte in regola?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip