Oltre a Parasite i film stranieri in cui "suonano" colonne sonore made in Italy

In ginocchio da te di Gianni Morandi è volata fino in Corea per ricevere un Oscar, ma quali sono le altre canzoni italiane ad aver impreziosito successi planetari?

image
Courtesy Photo

Con grande stupore, da un giornalista che aveva appena visto il film all’ultimo Festival di Cannes, Gianni Morandi ha appreso che la sua canzone del 1964 In ginocchio da te fa da commento musicale a una scena (e che scena!) del film coreano Parasite che poi, non solo ha vinto la Palma d’oro ma anche quattro Oscar, tra cui quello come miglior film. Morandi non è mai stato in Corea e non era nemmeno a conoscenza della sua fama laggiù. Anzi, il cantante si augura di poterci finalmente andare, magari in tour.

Bong Joon Ho, il regista di Parasite, ha scelto In ginocchio da te perché la conosce fin da bambino: suo padre ascoltava canzoni italiane. Ma non è certo il primo regista che attinge al nostro pop più conosciuto per usarlo come colonna sonora. Pedro Almodóvar è un superfan di Mina, al punto che si era addirittura vociferato di un progetto di un film sulla vita della cantante, che sarebbe stata interpretata da Marisa Paredes. Solo rumors, ma la passione di Pedro per Mina è autentica: in Tacchi a spillo, Miguel Bosé canta Un anno d’amore mentre nell’ultimo film, Dolore e gloria, si sente Come sinfonia. Mina e la sua versione del Cielo in una stanza fa da sottofondo alla scena delle presentazioni, con voce fuori campo di Ray Liotta, nel capolavoro di Martin Scorsese Quei bravi ragazzi.

Altro cantante italiano fortunato a Hollywood è Umberto Tozzi: Gloria, nella versione di Laura Branigan l’abbiamo ascoltata almeno quattro volte (senza contare le serie televisive): in Flashdance, in The Wolf of Wall Street, in Tonya (Margot Robbie ci pattina sopra) e ovviamente in Gloria, film del regista Sebastian Lelio con Julianne Moore. Un’altra canzone di Tozzi, Stella stai, è addirittura nell’ultimo Spider Man- Far from Home. Dopo Tozzi, un altro italiano usato spesso (e non stupisce) è Domenico Modugno. Volare è in To Rome with Love di Woody Allen e persino, cantata da Davide Bowie (!) in Absolute Beginners, cult-movie inglese degli anni Ottanta. C’è di che lanciarsi in un gran bel karaoke. Ah, a proposito. Indimenticabile, nel Talento di Mister Ripley, la versione di Tu vuo’ fa’ l’americano cantata da Fiorello.

Gianni Morandi - In ginocchio da te – Parasite

Mina - Come sinfonia – Dolore e Gloria

Mina – Un anno d’amore – Tacchi a spillo

Mina – Il cielo in una stanza – Good Fellas

Umberto Tozzi – Stella stai – Spider Man : Far from Home

Umberto Tozzi – Gloria – The Wolf of Wall Street

Umberto Tozzi – Gloria - Gloria

Domenico Modugno – Volare - To Rome with Love

Domenico Modugno - Volare - Absolute Beginners

Fred Buscaglione – Tu vuo’ fa l’americano – Il talento di Mr Ripley

Jimmy Fontana – Il mondo - About Time

Ricchi e Poveri – Sarà perché ti amo – L’effrontée

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip