Il Principe Moulay Hassan del Marocco è il nuovo rubacuori royal di Instagram

Faccia da trapper, fisico da modello e aplomb da diplomatico navigato: chi è l'erede al trono marocchino su cui il gossip internazionale ha puntato i riflettori.

C’è un principe nuovo di zecca nel radar dei giovani aristocratici da seguire con attenzione, e non è a Londra, ma neanche nel resto dell'Europa. Da quando ha compiuto 16 anni, il principe Moulay Hassan del Marocco ha cominciato a svolgere compiti da erede al trono e la stampa internazionale ha cominciato a parlare di lui neanche troppo cautamente, non solo perché si vede già che sarà un bellissimo uomo, ma perché dà l'idea di voler rompere (gentilmente) con qualche tradizione polverosa. Se le 35enni di oggi hanno sognato con le foto di William e Harry giovanissimi sulle copertine di Cioè, le teenager di questo decennio hanno allargato gli orizzonti dei loro gusti e dei sentimenti, e quelle più attente stanno facendo del giovane Moulay Hassan una chiave di ricerca sempre più intensa. I reali marocchini non hanno profili Instagram ufficiali, ma il primo profilo dedicato solamente a lui (Official Fans page Of Prince Of Morocco, gestita dal misterioso e riservatissimo social media manager Ismail Cherkaoui) ha già una fan base, al momento di scrivere, di 183 mila follower. Lì si trovano le (ancora) poche foto disponibili in cui è impossibile non notare che al centro dell’inevitabile faccia da ragazzino ci sono due occhi dallo sguardo molto più maturo di uno della sua età. Chi è il principe Moulay Hassan del Marocco, al di là delle biografie ufficiali? E perché è così monitorato?

Aurelien MeunierGetty Images

Suo padre è il sovrano in carica, re Mohammed VI, 56 anni, 5,7 miliardi di patrimonio, salito al trono nel 1999. È considerato uno dei primi regnanti modernizzatori del Marocco, anche perché dopo la laurea in Legge, in patria, ha conseguito un dottorato in Francia che, come si diceva una volta delle buone scuole “ti apre la mente”. La madre di Moulay Hassan la conosciamo però molto più del suo importante consorte. Nel 2019 è stato “grazie” a lei che i reali marocchini hanno fatto il loro ingresso nella stampa gossip internazionale quando, improvvisamente, è sparita nel nulla. Lalla Salma, nata Salma Bennani, ex commoner impegnata nel settore informatico prima di incontrare il re, amica di Rania di Giordania, era misteriosamente assente dalle foto ufficiali della royal family marocchina, persino in quelle della visita di papa Francesco, e si erano scatenati i più fantasiosi complottismi. Molto semplicemente, la coppia stava divorziando per cui la principessa non aveva più diritto a comparire in pubblico insieme al quasi ex marito. Salma (ormai non più Lalla, appellativo che vale come il “Sua Altezza Reale” dei britannici), si è sposata col re nel 2002 e c’è stata festa e spari di cannonate a salve quando il primogenito ed erede Hassan è nato l’anno dopo, seguito nel 2007 dalla sorella Lalla Khadija.

Aurelien MeunierGetty Images

Hassan – Moulay è l’appellativo – ha preso il nome dal nonno, re Hassan II, e quando sarà il suo turno lui regnerà col nome Hassan III. Passiamo ai segni particolari. Il principe Hassan è il primo della famiglia ad aver espresso il desiderio di orientare i suoi studi verso l’aviazione. Se i reali di Giordania sono già più avanti sfoggiando orgogliosamente il brevetto da pilota della figlia 19enne Salma, la prima donna a conseguirlo nel paese, Hassan sarà il primo membro della famiglia reale a raggiungere questo traguardo. Due anni fa ha superato l’esame per accedere alla Royal Preparatory High School for Technical Aeronautics di Marrakech, che sta frequentando. Ma nel frattempo sta prendendo molto sul serio il suo futuro. Nel 2017 era al Climate Summit di Parigi e nelle foto ufficiali svetta di qualche centimetro in più rispetto al presidente Macron. Era il più giovane partecipante al convegno, il che è servito un po’ da monito, visto che è alla sua generazione e quelle successive che il pianeta deve essere consegnato.

PoolGetty Images

L’anno scorso Hassan ha affiancato il padre al funerale del conte di Parigi Henry d’Orleans e poi ha proseguito il suo tirocinio da re alla cerimonia d’apertura dell’Expo dell’Agricoltura Internazionale in Marocco. Nel 2019 era in prima fila anche per accogliere al palazzo reale di Rabat il principe Harry e Meghan Markle, in visita ufficiale (il tipo di impegni che non vogliono svolgere più). Il principe del Marocco ha ovviamente dei privilegi da principe. Per viaggiare ha a disposizione un jet privato a otto posti, con uno staff di quattro persone a bordo, costato circa 68 milioni di euro, uno dei più potenti e avveniristici sul mercato, dotato di un sistema di antimissilistica di concezione israeliana (dal valore di 20 milioni) anche perché non passa inosservato, con la scritta sulla fiancata CN-AMH che significa "Sua Altezza" o "Maestà". Altro privilegio: il Circuito Internazionale di Marrakech e lo stadio da 12.000 posti di Rabat, la capitale, hanno già entrambi il suo nome. Per il resto, la sua vita ha molti punti in comune con i normali teenager. Adora stare con la mamma ed è molto affezionato alla sorella minore, con cui ha trascorso le vacanze estive a Skiathos in Grecia. Magari con qualche piccolo dettaglio vacanziero che continua a ricordarci che si tratta di un principe ed erede di una fortuna, visto che per i giretti fra le isole greche la famiglia ha affittato lo yacht Serenity alla tariffa di 500mila euro a settimana.

Aurelien MeunierGetty Images

Perché il popolo del bellissimo Marocco sembra contare molto su questo ragazzo? Perché ha già dato segno di essere un pacifista. Almeno, questa è l’immagine ufficiale che viene resa di lui, che pare essere molto sensibile alla causa palestinese. Intanto, circola una foto rubata di lui in balcone, con una felpa con cappuccio e lo sguardo sognante. Un ragazzino normale. Non si sa quali siano i suoi gusti in fatto di musica, sarebbe bello vedere cosa fa quando è solo nella sua camera, cosa legge, se guarda Netflix. E se ha una ragazza speciale con cui chattare.

Aurelien MeunierGetty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip