E ora Meghan Markle dovrà cambiare cognome (sì, è una regola della monarchia britannica)

Terminato l'impegno da membro senior della famiglia reale, la moglie del principe Harry non potrà più usare il nome acquisito con le nozze: perché?

Le ultime notizie su Meghan Markle sono un po’ surreali: da aprile dovrà cambiare cognome. Non c’è niente di strano, sono solo le regole scritte da quando la monarchia inglese esiste. La famiglia reale britannica, probabilmente, non è mai stata così divisa. La regina Elisabetta e il principe Filippo sono rintanati nel castello di Windsor per schivare un contagio fatale, William e Kate sono ad Anmer Hall nel Norfolk con tutta la prole, il principe Carlo, positivo al Coronavirus, è separato in casa con la moglie Camilla nella residenza di Balmoral. E poi ci sono loro, il principe Harry e Meghan Markle in Canada, sempre più presi, a detta di qualche amico, dal senso di smarrimento e dalla sensazione di aver fatto un passo drastico nel momento sbagliato, quando la protezione dell’appartenenza a un nucleo familiare, qualunque essa sia, sarebbe stato importante. Lo strappo più traumatico forse lo sentiranno dal 1 aprile, quando Meghan dovrebbe cambiare cognome. Ovvero?

Se riflettiamo un attimo sulle tante serie tv sui reali inglesi di ogni epoca, ci accorgiamo che spesso ci si riferisce ai personaggi chiamandoli col nome della loro contea o ducato. Chi è stato investito da un titolo nobiliare può infatti adottare il nome della località come cognome. Il principe Carlo si chiama Charles Wales, i figli del principe William sono registrati all’anagrafe col cognome Cambridge, in quanto il padre è il duca di Cambridge e ha adottato quel cognome. Se i genitori non avessero deciso di spogliarlo della nobiltà, baby Archie avrebbe dovuto chiamarsi Sussex perché suo padre, prima della sua nascita, è diventato il Duca di Sussex. Sussex è anche il cognome di Meghan da quando la regina ha investito Harry del titolo, e anche se lei ha continuato ad adottare il suo cognome da nubile, la polemica della registrazione del marchio Sussex Royals che ha infuocato i giornali prima dell’epidemia dimostra che non sembrava disdegnarlo.


Ma dal 31 marzo a mezzanotte scade l’impegno suo e di Harry come membri senior della Corona britannica e da quel momento la regina potrà legittimamente pretendere che Meghan, in quanto mera consorte del duca, debba smettere di usare sui documenti il nome Meghan Sussex. L’attrice di Suits dovrà quindi decidere se adottare il cognome di famiglia di Harry, Mountbatten-Windsor, tornare a essere solo Markle, o decidere di coniarne uno nuovo. Per ora, pare che la prima ipotesi sarà la più probabile, anche per avere lo stesso cognome del figlio. Ma Sussex, proprio no. Detto ciò, forzare la nuora dissidente a cambiare cognome è, in questo momento, l’ultima delle preoccupazioni della regina del Regno Unito. Ma quando l’epidemia sarà finita - e non sarà fra molto - forse si troverà anche il modo e la voglia di mettere i puntini sulle “i”.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip