Meghan e Harry hanno violato il lockdown e sono fuggiti dal Canada alla California

I duchi di Sussex sono volati via da Toronto per Los Angeles, e Trump ha protestato...

Il Coronavirus è diventato il termine di valutazione di molte cose, in questo periodo, e forse lo è appena stato anche per Meghan Markle e il principe Harry. La coppia ha appena lasciato a sorpresa il Canada con il piccolo Archie di 10 mesi per trasferirsi in California, e il fatto che al momento i contagi in Canada siano 6320, da cui è esclusa ormai la moglie del primo Ministro Justin Trudeau Sophie Grégoire, appena dimessa dall’ospedale, e in California siano 6358, deve aver fatto pensare ai duchi di Sussex che tanto valeva spostarsi negli Stati Uniti e iniziare la loro nuova vita lì, dove Meghan ha la mamma più vicina e può continuare a lavorare come attrice. I primi due commenti su questa sortita sono arrivati da due uomini quasi coetanei. Il primo è Donald Trump che si è precipitato a dichiarare “gli Stati Uniti non pagheranno la scorta per il principe e sua moglie”. Non che fosse obbligato a farlo: dal primo aprile, infatti, scade il “contratto di lavoro” come membri senior della Corona britannica, per cui i due perderanno tutti i diritti di cui godevano, non esseno più rappresentanti diplomatici di uno Stato.


Ma il presidente degli Stati Uniti con il Twitter più veloce del west ha comunque specificato in un tweet: “Sono un grande amico e ammiratore della regina e del Regno Unito. Era stato riferito che Harry e Meghan, che hanno lasciato il Regno, avrebbero preso residenza permanentemente in Canada. Ora hanno lasciato il Canada per gli Stati Uniti, tuttavia, gli Stati Uniti non pagheranno per la loro protezione di sicurezza. Devono pagare!”. Il principe Harry e Meghan hanno risposto prontamente tramite un portavoce: "Il duca e la duchessa del Sussex non hanno in programma di chiedere al governo degli Stati Uniti risorse di sicurezza. Sono stati presi accordi di sicurezza finanziati privatamente". Quello che non tutti sanno è che il principe Carlo si è offerto di contribuire alla spesa per proteggere il figlio e il nipote anche oltre il 31 marzo, attingendo ai versamenti che riceve dal Galles e dalla Cornovaglia, nonostante le critiche verso Harry che ha trovato il modo per volare fino Los Angeles, ma non in Scozia per stare vicino al padre, che per fortuna è già guarito. Ma dopo questo problema ne è spuntato un altro.


Si è rifatto vivo il padre di Meghan, Thomas Markle, con cui l’attrice ha tagliato i ponti da quando ha rilasciato una serie di interviste pagate e non autorizzata da lei, errore per cui gli è stato revocato l’invito alle nozze, per punizione. L’ex tecnico delle luci, 75enne, ha sentito il bisogno di parlare ancora con il Mirror (pagato?) per dare la sua opinione sull’abbandono del ruolo senior dei Sussex: “Penso che Meghan e Harry dovrebbero tornare dalla famiglia reale nel Regno Unito e sostenere la regina. Penso che dovrebbero essere in Inghilterra in questo momento e non a Los Angeles", ha detto. Ma come è loro diritto, Harry Meghan faranno come meglio credono, tra l'altro, pare che Meghan avesse già contattato il padre per chiedergli di risolvere i loro screzi in privato, e non sui giornali. “Meghan è una mutaforma, una brava a riprendersi e reinventarsi a ogni cambiamento", ha spiegato a Tatler Shinan Govani, un ex amico di Toronto che la Duchessa del Sussex frequentava ai tempi di Suits, “all'interno della scena sociale della città, di Meghan si diceva che è come la liquirizia, o la ami o no. Si adatterà anche stavolta".

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip