Meghan Markle non si chiama "Meghan" e si spaccia per principessa (e forse è in crisi con Harry)

Mentre i duchi di Sussex presentano il nuovo brand con cui chiameranno la loro fondazione, saltano fuori tanti piccoli dettagli imbarazzanti sull'attrice, e le prime voci di screzi

Il principe Harry e Meghan Markle non possono usare più l’appellativo Sussex Royal e siccome di tempo libero in questi giorni ne hanno molto, lo hanno impiegato per scegliere un nome nuovo che sarà il brand con cui si muoveranno da ora in poi. I due duchi di Sussex non avrebbero potuto scegliere momento peggiore per dichiarare la loro guerra d’indipendenza dalla Corona britannica: l’epidemia di Covid 19 ha sconvolto la vita di tutti noi ma ha spianato come un rullo compressore ogni campagna di lancio di qualsiasi prodotto o iniziativa sulla faccia della terra, comprese quelle che i Sussex avevano progettato per il rebranding di loro stessi.

Per cui ora si ritrovano in balia degli eventi, costretti a chiudere i loro account social che sfruttavano l’appellativo Sussex Royal, bersagliati dalle critiche degli esperti commentatori reali che li definiscono “due bimbetti viziati”, perseguitati dalle dichiarazioni di Thomas e Samantha Markle, padre e sorella di lei che ne parlano, rispettivamente, come una maleducata che avrebbe dovuto essere al fianco della regina in questo momento delicato, e come un’arrampicatrice che usa le persone come scalini verso i suoi obiettivi. Ora tentano di rilanciare la loro immagine con l’annuncio del nuovo brand appena registrato: Archewell.

Ovviamente il nome, con cui battezzeranno la fondazione che lanceranno presto, è un omaggio al loro figlio Archie. Potrebbe anche diventare il cognome di Meghan, che per regola non dovrebbe più usare Sussex. Per ora il cambiamento è stato annunciato con molta calma, ma era necessario anche per tamponare la gaffe involontariamente comica emersa nei giorni scorsi riguardo al certificato di nascita del bambino. Alla voce “professione della madre” compare infatti “princesse of the United Kingdom”, che non potrebbe essere più lontano dalla realtà. È strano che un impiegato dell’anagrafe del Regno Unito possa aver sbagliato questo dato: gli è stato chiesto di scrivere così? Dal certificato risulta anche un’altra curiosità: “Meghan” è il secondo nome della duchessa di Sussex, che si chiama in realtà Rachel. Inoltre, viene confermato il luogo della nascita del bambino, che i due hanno cercato di tenere (inspiegabilmente) segreto: l'ospedale privato di Portland a Westminster, il 6 maggio 2019.


Secondo le fonti, Harry e Meghan stanno attendendo un momento meno drammatico per svelare il materiale grafico, il logo e il nuovo sito che accompagneranno il lancio della loro nuova fondazione Archewell. Nel frattempo, serpeggia anche un’altra voce maligna: sulla loro eterna luna di miele si starebbero cominciando ad addensare le nubi del temporale. La famiglia reale avrebbe pregato il principe Harry, durante il suo ultimo viaggio da solo negli Uk, di divorziare dalla moglie che gli sta rovinando la vita a cui era destinato. Harry è andato su tutte le furie, inizialmente. Ma le continue insinuazioni che raccoglie in giro in cui viene descritto come un burattino di cui tiene i fili la moglie, la sfilza di capricci che Meghan sta comunque inanellando uno dopo l’altro imponendo al mondo di girare nel verso che sceglie lei, pare stiano cominciando a farsi strada nelle crepe dell’idillio. C’è chi parla di prime, diplomatiche discussioni tra i due, chi dice che la decisione di chiudere i social sia legata anche a un bisogno di “prendere una pausa”, la fatidica frase che abbiamo sentito molti di noi. In breve, non essendoci magic moment da fotografare, meglio chiudere tutto che lasciare sospesi gli aggiornamenti per sospetta mancanza di materiale.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip