"Harry ha perso tutti gli amici per colpa di Meghan", retroscena dell'altro libro (non autorizzato)

Esce la biografia dei duchi di Sussex scritta da lady Campbell e già fanno scalpore una serie di capitoli sull'ex attrice di Suits che la ritraggono a tinte fosche.

Meghan Markle ha costretto Harry a farsi terra bruciata intorno, ossia a perdere tutte le sue amicizie di lunga data perché non erano compatibili, o non andavano d'accordo con lei. Anzi, sarebbe stata molto sgarbata con gli ospiti al matrimonio di uno dei migliori amici di Harry, Charlie Van Straubenzee, con Daisy Jenks. È solo una delle rivelazioni da un libro che sta già smuovendo molte curiosità. Veloce recap: nei giorni scorsi è stata annunciata l'uscita di due libri che riguardano la coppia composta dal principe Harry e Meghan Markle, soprattutto il loro colpo di testa con la decisione, lo scorso marzo, di dimettersi dal ruolo di membri senior della famiglia reale rinunciando allo stipendio che gli spettava per svolgere incarichi ufficiali e istituzionali. Uno dei due libri, previsto per l'11 agosto e firmato da Omid Scobie e Carolyn Durand è Finding Freedom: Harry and Meghan and the Making of a Modern Royal Family, che in Italia uscirà col titolo Alla ricerca della libertà. Questo è quello, diciamo così, "approvato" - anche se non ufficialmente - dalla coppia. L'altro, che non è approvato per niente, esce in fretta il 28 giugno per batterlo sul tempo e si intitola Harry and Meghan, the real story, scritto da lady Colin Campbell, la scrittrice britannica di origine giamaicana che ha pubblicato già le biografie di Diana, della Regina Elisabetta e della Regina Madre. E questo sembra essere molto più succoso di notizie.

Premessa importante: pare che lady Colin Campbell non abbia mai conosciuto di persona né Harry, né Meghan. Ma la sua posizione di socialite ad altra frequentazione di aristocratici britannici ne fa una collettrice di gossip molto attendibile. Nel libro Lady Campbell racconta che la regina Elisabetta II, come da tradizione antirazzista della famiglia reale inglese che risale ai tempi della regina Vittoria e di suo marito Albert (che ne fecero una missione) ha accolto con entusiasmo Meghan Markle, la sua doppia etnia non ha mai rappresentato un problema. Anzi, la regina la considerava un elemento aggiuntivo coerente con la multiculturalità della Gran Bretagna e trovava più logica la presenza in famiglia di un membro bietnico piuttosto che quella di un'attrice bianca e californiana che, paradossalmente, sarebbe stata invece una candidata su cui Elisabetta avrebbe posto qualche veto per l'approvazione delle nozze. Lady Campbell riporta persino una frase della regina che si sarebbe rallegrata: "ora voglio vedere come fa Corbyn a sbarazzarsi di noi, con un membro della famiglia birazziale", alludendo alle ricorrenti proposte del partito Laburista di indire il referendum per l'abolizione della monarchia.



Come detto, il libro racconta però un episodio che getta un'ombra sul carattere di Meghan. Pare che al matrimonio di Charlie van Straubenzee la duchess fosse molto fredda con tutti. Pare che un'invitata molto giovane le si sia avvicinata per presentarsi e complimentarsi di quanto fosse bella, e siccome era il compleanno di Meghan, le ha fatto anche gli auguri. Pare che l'attrice non abbia detto una parola, che l'abbia guardata dall'alto in basso come se avesse commesso un oltraggio, le ha voltato le spalle e se n'è andata lasciando tutti i presenti di stucco. Inoltre, secondo Lady C (come è soprannominata la Campbell), Meghan avrebbe avuto fretta di abbandonare il Regno Unito perché è stata colta dall'illuminzione di essere destinata a una missione altissima: diventare la leader mondiale nella cancellazione del razzismo. "Meghan sente che la sua missione va ben oltre la recitazione, ha detto che vuole usare la sua voce per determinare il cambiamento e non ha escluso una carriera in politica", riferisce il libro. Per fare questo, la duchessa di Sussex avrebbe sentito il bisogno di tornare negli Usa, più vicina a personaggi come la potentissima Oprah Winfrey e altri leader della comunità black americana. Vuole usare la sua voce e la sua visibilità, far parte della soluzione a tutti i costi e passare alla storia, dice Lady C. Non le si può che augurare il successo, se la costanza la accompagnerà in questo percorso...
This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip