L'ultima causa di Johnny Depp sarà quella della sua carriera?

L'attore ha denunciato per diffamazione il Sun, che lo aveva definito un "picchiatore di mogli" dopo il divorzio da Amber Heard.

L'assenza di lunghi mesi, le news su Johnny Depp illuminate solo dall'apertura del suo profilo Instagram ufficiale (avvenuta in primavera e in pieno lockdown mondiale), e infine il silenzio è stato messo a tacere. Inizia in Gran Bretagna un nuovo processo per Johnny Depp, filone extra territoriale della causa per percosse e violenze domestiche durante il matrimonio con Amber Heard, ancora in esame negli Stati Uniti. La causa di diffamazione è stata intentata da Depp all'editore NGN (News Group Newspapers) e al direttore del Sun, Dan Wooton, a proposito di un articolo che si riferiva all'attore come wife beater, letteralmente picchiatore della moglie, pubblicato nel 2018. Il dibattimento sarà suddiviso in 5 aule della Royal Court Of Justice di Londra per rispettare il distanziamento sociale e durerà all'incirca tre settimane, riporta il Guardian. L'attore dovrebbe essere fisicamente presente e sarebbe pronto ad arrivare in Inghilterra dalla Francia, dove vive. Il processo britannico era previsto per lo scorso marzo, ma l'emergenza Covid-19 ha fatto ritardare l'inizio.

L'avvocato di Johnny Depp David Sherborne sosterrà principalmente la tesi del grave danno di immagine basato su accuse di abusi non veritiere nei confronti dell'attore americano, come previsto dal Defamation Act del 2013, e punta a ottenere un risarcimento per le eventuali perdite di ruoli da protagonista di prestigio. L'accusa ha anche presentato le evidenze delle relazioni extraconiugali di Amber Heard con due personaggi molto noti, James Franco ed Elon Musk (col quale poi la Heard avrebbe avuto una storia dopo la fine del matrimonio con Depp). Tra i testimoni a favore di Johnny Depp figurano anche i nomi delle ex Winona Ryder e Vanessa Paradis, che dovrebbero comparire in tribunale. Dall'altro lato dell'aula la difesa del tabloid britannico ha provato a far chiudere il caso ancor prima di cominciare, sostenendo che Depp non avrebbe fornito dei messaggi chiave del suo cellulare quale prova della sua dipendenza da droghe, ma il tribunale ha rigettato la richiesta. Il Sun, rappresentato dallo studio di Adam Wolanski, basa la sua difesa principalmente sui documenti delle 14 denunce di violenza domestica depositate tra il 2013 e il 2016, tra cui quella dei "tre giorni di inferno" in Australia come li descrisse la stessa Amber Heard, anche lei attesa (probabilmente) in tribunale in qualità di teste chiave.

"È un momento cruciale per Depp, la sua intera carriera è a rischio come la sua reputazione personale e i suoi fan adoranti in tutto il mondo. Poco probabile che sia alla ricerca di soldi, perché le cause di diffamazione in Inghilterra raramente superano le 10omila sterline di risarcimento, anche se non è completamente fuori discussione in un caso del genere" ha commentato al Guardian l'avvocata Emily Cox, esperta di casi di diffamazione. "Per Depp la posta in gioco è altissima: Hollywood ha fatto finta di non vedere e poi sanzionato alcuni comportamenti spregevoli delle star in passato, ma c'è una nuova aria che soffia a Tinseltown (slang per il mondo del cinema, ndr) e della società in sé. Probabilmente sarà cruciale per Johnny Depp ripulire il suo nome". E ricominciare, a 57 anni, ancora una volta.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip