Quel che resta di Brad Pitt e Angelina Jolie è uno champagne

In alto i calici per lo champagne dei Brangelina, prima annata prodotta nello château francese di loro proprietà (ancora congiunta?).

Nome: Champagne Fleur de Miraval. Colore: exclusivement rosé. Perlage finissimo, sentori di nocciola tostata, marzapane e pesca matura racchiusi in una misteriosa bottiglia nera con etichetta rosa satin. Tutto questo rumore per una bottiglia di normalissime bollicine? No, non una qualunque, ma lo champagne di Brad Pitt e Angelina Jolie. Prima annata ufficiale prodotta nel castello di Miraval, territorio di Correns a 100 km da Tolone in Provenza, che la ex coppia platinum di Hollywood acquistò nel 2012 quale buen retiro e dove fu celebrato in gran segreto il matrimonio di Brad e Angie. E sembra già essere uno degli champagne più quotati dell'anno, apprezzato anche dai grandi sommelier come Andreas Larssen che ne ha premiato gusto e consistenza, prevedendo un discreto futuro anche dopo un'eventuale riposo in cantina.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

Lo champagne rosé, lieve tradizione di nicchia nella produzione del più caratterizzante dei vini francesi, negli ultimi anni sta avendo un particolare risvolto di pubblico. E a quanto pare il fiuto di Hollywood ha aiutato a promuoverlo. "Il risultato è spettacolare e sono proprio orgoglioso" ha fatto sapere Brad Pitt in un comunicato ufficiale. "Per me lo champagne significa festa, qualità, prestigio e lusso. Ma lo champagne rosé è relativamente sconosciuto. Sostenuti dal successo di Miraval in Provenza, volevo che creassimo un brand definito di champagne rosé, concentrandoci solo su questo colore". Ripreso anche nella sfumatura peonia dall'astuccio che contiene sobriamente i 750ml destinati a brindare. La questione "vini di Brad Pitt" non farebbe tanto scalpore se lo château Miraval non fosse rimasta l'unica proprietà ancora condivisa da Brad Pitt e Angelina Jolie dopo il divorzio, l'immensità del luogo permetterebbe addirittura ai due di starci in contemporanea senza mai incontrarsi. Eppure l'azienda vitivinicola risulta registrata solo a lui, che la gestisce con l'aiuto di Marc Perrin, da una famiglia di viticoltori espertissimi e tra i più conosciuti della zona. Con discreti risultati: nel 2013 il rosé di Miraval è stato premiato come migliore al mondo da Wine Spectator, quello del 2017 (rinominato cuvée del divorzio) ha sbancato ogni previsione. Le prime bollicine in produzione nella tenuta provenzale di Brad Pitt (e Angelina Jolie) saranno protagoniste di brindisi di pochi rimpianti amari, e tante speranze di vie en rose. Letteralmente.


This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip