Il Natale della regina Elisabetta tête-à-tête con il principe Filippo (si laveranno i piatti da soli?)

Niente riunioni familiari: la sovrana inglese ha deciso di trascorrere le festività con suo marito al riparo dai rischi di contagio, ma anche per vivere "qualcosa di diverso"

Tra le domande che possono alleggerire il cuore in questi giorni, ce n’è una dal peso di un fiocco di neve: come trascorrerà il Natale la regina Elisabetta? Si è già discusso a lungo sull’illusione iniziale che la pandemia fosse democratica, poi si è ammesso che un lockdown cambia di molto da una casa a una villa, figuriamoci in un castello. Ma le limitazioni di movimento, soprattutto per una signora agé come la sovrana del Regno Unito, valgono per tutti e stanno condizionando la celebrazione delle festività anche nella royal family britannica, tanto che la regina ha già deciso e predisposto i suoi programmi senza perdere tempo in speranzose esitazioni sul principio “le cose potrebbero cambiare nei prossimi giorni”. Come sarà, quindi, il Natale della famiglia reale 2020?

Intanto, è noto che la consueta riunione allargata degli ultimi 33 anni a Sandrigham, quest’anno, non si terrà. La tenuta nel Norfolk quest’anno non si colmerà di parentela blasonata - in genere 25 persone - che, per qualche giorno fra le sue mura e nel suo parco riescono a fare una vita relativamente “normale”, regina compresa. L’ex maggiordomo della Corona Paul Burrel ha raccontato che a volte Elisabetta, in questa occasione, si è infilata i guanti di gomma e ha voluto lavare i piatti, cosa che fino a poco fa è capitato di vederle fare anche durante le vacanze estive a Balmoral. Paul Burrel, che è stato anche cameriere personale di Sua Maestà, ha confidato che le festività natalizie dei reali non sono opulente come ci si può immaginare e che la regina offre un menù delizioso ma molto leggero, di cui lei si fa servire piccole porzioni.

Quest’anno, però, i pasti tradizionali natalizi Elisabetta li consumerà da sola con suo marito, il principe Filippo, nella smisurata quiete dell’immenso castello di Windsor che è diventata la loro sede dall’inizio della pandemia. Non si tratta di un ripiego: come ormai è noto, gli isolamenti dovuto al Covid hanno riavvicinato affettivamente i due anziani coniugi che non avevano mai avuto occasione nella loro vita di trascorrere così tanto tempo insieme. Per cui la regina, che sta facendo progetti a lunga scadenza con il duca di Edimburgo nonostante le loro rispettabili età, non sta insistendo molto sulla ricerca di soluzioni privilegiate che le consentano di ospitare i familiari, anche se almeno due di loro, il principe Carlo e il principe William, potrebbero essere ancora immuni dal virus che hanno contratto la scorsa primavera.

Le disposizioni in Gran Bretagna prevedono che dal 23 al 27 dicembre i sudditi possano mescolarsi con un massimo di due famiglie oltre alla propria ed Elisabetta, che ha quattro figli, otto nipoti e otto pronipoti, avrebbe già deciso di comune accordo col marito a quale dei suoi discendenti potrebbe consentire di farle visita: il figlio più giovane, il principe Edoardo con la moglie Sofie di Wessex che la raggiungeranno dalla dimora di Bagshot Park nel Surrey. Tra i molti motivi della scelta è facile pensare che con Edoardo e Sofie, che non hanno mai dato spettacolo di sé e non sono stati mai coinvolti in faccende che potrebbero innescare discussioni, la tranquillità è assicurata. Inoltre, Sofie è indubbiamente la nuora preferita di Elisabetta. Non è però escluso che si riesca a far accedere a Windsor qualche altro membro della famiglia nelle giornate successive.

La regina ha dovuto anche annullare il consueto rito della consegna dei regali con il brindisi a tutto il suo staff. Per la prima volta dall’inizio del suo regno non consegnerà personalmente i doni nelle mani dei suoi collaboratori durante un incontro nella Ballroom di Buckingham Palace o nella St George’s Hall di Windsor, in cui viene servito il Christmas Pudding accompagnato da flûte di champagne. Si tratta in genere di oggetti preziosi come cornici d’argento e altri accessori di arredamento (che la regina paga di tasca sua) con incise lo stemma e le cifre reali della sovrana. Ma viene chiesto espressamente ai collaboratori se invece di questo dono (che magari hanno già ricevuto negli anni precedenti lavorando con lei da molto) preferiscono una gift card da spendere nello store John Lewis. Per quanto riguarda la messa di Natale, Elisabetta stavolta ne avrà una privata nella cappella di Windsor. Resta solo da sapere quale sarà il menù che la regina sceglierà per la cena a lume di candela della vigilia e il pranzo di Natale del 25 con il principe Filippo. E il resto della famiglia? Il principe William e Kate Middleton hanno decorato Kensington Palace ma si trasferiranno a breve con i figli ad Anmer Hall, nel Norfolk, o nella casa dei Middleton nel Berkshire. Il principe Carlo e Camilla saranno a Highgrove, nel Gloucestershire, mentre il principe Andrea, sempre più vicino all'ex moglie Sarah Ferguson, sarà alla Royal Lodge di Windsor con lei e le figlie, con i mariti. Tecnicamente, è a casa di sua madre, che però non vedrà facilmente.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip