L'ex re Juan Carlos di Spagna è stato denunciato dall'ex amante: "mi fa minacciare dai servizi segreti"

L'imprenditrice tedesca Corinna Larsen ha denunciato il suocero di Letizia Ortiz per molestie, minacce, diffamazione e danni materiali.

Il nome di Corinna Larsen non significa molto in Italia, ma in Spagna è arcinota perché è stata indicata per qualche tempo come l’amante del re Juan Carlos I, un po' ufficiosa, un po' ufficiale, prima che abdicasse nel 2014 per lasciare il posto al figlio Felipe e a sua moglie Letizia. Corinna E Juan Carlos fecero scalpore in particolare per un viaggio safari in Botswana in cui il re non si curò di salvare le apparenze. Oggi l'imprenditrice di origine tedesca e danese, che si fa chiamare Corinna zu Sayn-Wittgenstein perché ha mantenuto il nome del suo secondo marito, ha dato vita a un colpo di scena intentando una causa davanti all'Alta Corte britannica contro il re emerito di Spagna, con cui accusa i servizi segreti spagnoli di averla sottoposta a “sorveglianza illegale”. L’imprenditrice sostiene di aver subito molestie, minacce e diffamazioni dal 2012, di essere stata sorvegliata contro il suo volere e chiede anche un congruo risarcimento economico e un'ordinanza restrittiva nei confronti di Juan Carlos I. Ovvero, non vuole che le si avvicini oltre i 150 metri di distanza. La causa è stata intentata lo scorso dicembre ed è già in fase processuale, ma gli spagnoli ne sono venuti a conoscenza solo ora. Il re di Spagna, che si trova in esilio volontario negli Emirati Arabi, ha risposto negando ogni accusa, sebbene il suo team legale non abbia ancora presentato una memoria difensiva. La notizia è stata diffusa dal Financial Times, secondo il quale sta per scatenarsi una battaglia legale epocale complicata dalla situazione dell’imputato, un ex capo di Stato che vive in un'altra nazione, denunciato nel Regno Unito.

Corinna Larsen
Getty Images

Nel 2012 il re emerito Juan Carlos avrebbe versato all’imprenditrice tedesca 65 milioni di dollari sottratti da fondi originati da una donazione di 100 milioni di dollari all'allora re spagnolo dal defunto re Abdullah dell'Arabia Saudita, nel 2008. Secondo la donna, Juan Carlos le aveva detto di voler mettere in sicurezza il suo futuro, salvo poi richiederli indietro dopo l’abdicazione. Al rifiuto di Larsen, il sovrano spagnolo l'avrebbe diffamata con la sua famiglia, i suoi partner commerciali, il re Salman e il principe ereditario Mohammed bin Salman dell'Arabia Saudita accusandola di averlo derubato, causandole un grave danno professionale e una perdita di entrate. Corinna Larsen ha segnalato agli inquirenti la figura di Sanz Roldán, l'ex direttore del Centro nazionale di intelligence spagnolo, che si sarebbe preso carico al tempo del compito di minacciare la donna. “Ero terrorizzata, avrebbero terrorizzato chiunque”, ha dichiarato Larsen al giudice, “il fatto che il capo della sicurezza spagnola fosse venuto a trovarmi a Londra, per me era già abbastanza inquietante".

Corinna Larsen e Juan Carlos
Getty Images

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip