Il nuovo fidanzato di Adele, Rich Paul, e abbiamo il gossip del giorno

La cantante ha ufficializzato la relazione con il manager sportivo americano dopo i rumors dello scorso luglio.

Pas de deux in bianco e nero, selfie spontaneo dopo un carousel da copertina su Instagram e Adele e Rich Paul sono la coppia social dell'equinozio d'autunno. Una mossa inattesa per la sempre discretissima cantante inglese, altrettanto inedita per il manager sportivo americano. Ma necessaria, a quanto pare, dopo i rumors insistenti che hanno sussurrato per tutta l'estate, l'occhio attento di un telecronista e le foto a bordo campo NBA per il game 5 dei Los Angeles Lakers. Sport e musica, business lontani e vicini insieme, spesso attraversati da vibrazioni simili che uniscono universi personali. Per Adele e Rich Paul l'inizio sembra stato casuale e l'evoluzione Instagram official, ormai definitiva tendenza delle celebs per annunciare nuovi amori (come Jennifer Lopez ha insegnato di recente), lascia solo una grande domanda per chi non frequenta le cronache sportive statunitensi: chi è Rich Paul, il nuovo fidanzato di Adele?

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

Classe 1981 di Cleveland, cresciuto nel sobborgo di Glenville, prima periferia della città, in un bilocale sopra il negozio del padre (che ha insistito per dargli un'istruzione attenta), Rich Paul non ha avuto un'infanzia facile. La madre Peaches ha avuto problemi di abuso di sostanze, il padre Rich Sr. è morto per un cancro quando il figlio aveva appena 18 anni. Per questo, e volontà di indipendenza, quello che oggi è uno dei maggiori agenti sportivi statunitensi si è messo immediatamente a lavorare, rinunciando al college e al sogno dello sport praticato. Allo scouting talenti ci è arrivato per il fiuto business e per il gusto del collezionismo: aveva intuito che vendere le canotte vintage del basket sarebbe stato un lavoro di nicchia parecchio interessante. Di certo non si sarebbe aspettato che la jersey storica di Warren Moon lo avrebbe messo in contatto con uno dei maggiori talenti della NBA dei Duemila, LeBron James. E che pochi mesi dopo avergli venduto un'altra canotta (di Magic Johnson, stavolta), Rich Paul sarebbe diventato il amico e manager dello stesso LeBron James, e di altri nomi giganti della NBA e della NFL, la lega del football americano, con la sua agenzia Klutch Sports Group. Nel 2019 è stato al centro di un caso mediatico-sportivo con la NCAA, la National College Athletic Association (la lega dello sport nei college, dove vengono notati gli atleti di talento precoce): una delibera aveva stabilito che solo gli agenti in possesso di una laurea potessero operare come talent scout. La Rich Paul rule, come era stata definita dai media, era stata logicamente pensata come tentativo di arginare l'operato del potente talent agent, che all'università non ci è andato. In un articolo su The Athletic scritto di persona, Rich Paul aveva sottolineato come più che per lui, la regola fosse altamente discriminatoria nei confronti di chi non frequenta abitualmente il ricchissimo mondo dello sport college: "I capi della NCAA stanno di nuovo impedendo ai più giovani, e spesso alle persone di colore, di lavorare in un sistema che vogliono continuare a controllare. In questo caso, le persone che restano fuori sono i ragazzi che aspirano a diventare agenti NBA e non hanno risorse, opportunità o il desiderio di avere una laurea". A sei ore dall'uscita dall'articolo, la NCAA aveva ritirato la norma. Dal bagagliaio della sua macchina pieno di canotte vintage, Rich Paul oggi ha letteralmente trasformato il business sportivo americano, ha scritto il New Yorker. Non gli si conoscono gossip eccessivi: ha tre figli di cui non ha mai fatto pubblicità, e non è mai stato sposato (Adele ha divorziato da Simon Konecki da cui avuto il figlio Angelo). La sua autobiografia, che dovrebbe intitolarsi Lucky Me, è in corso di scrittura e sarà pubblicata da Roc Lit 101, la casa editrice della Roc Nation di Jay-Z, del quale Rich Paul è sempre stato un grande fan. "Non posso dirvi cosa significhi per me avere un amico e un mentore come Jay-Z su questo progetto, Lucky Me era il nome del libro persino prima che parlassi con lui, perché la sua musica è stata la colonna sonora della mia vita". Oggi la musica è cambiata e per Rich Paul la canta Adele. Con una playlist bellissima.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip