Harry e Meghan vogliono trascorrere il Natale con la royal family (ma c'è qualche problema)

Spalleggiati dalla regina, i Sussex vorrebbero passare le festività natalizie a Sandringham, ma la mozione ha dei voti a sfavore...

Il principe Harry e Meghan Markle vorrebbero trascorrere il Natale con la royal family, e pare che la regina sia d’accordo. Secondo diverse fonti Elisabetta sarebbe, fra tutti i membri della famiglia, quella più propensa a riallacciare i rapporti con i due fuggitivi, per la simpatia che da sempre nutre verso Harry e perché ci tiene a conoscere la nuova nipotina Lilibet Diana e a rivedere baby Archie, assente dagli Uk da due anni. La sovrana sta anche includendo Meghan e Harry nella lista di privilegiati che riceveranno la medaglia commemorativa in platino del Jubilee 2022, quando Elisabetta II festeggerà 70 anni di regno. I Sussex non trascorrono un Natale con la regina dal 2018 e da allora hanno compiuto molti passi, commesso qualche errore e sono spesso caduti in contraddizione fra ciò che dicono e ciò che fanno. Ma bisogna riconoscergli il pregio di cercare subito dei rimedi per ogni problema. Se infatti entrambi ignorano le accuse di usare voli privati mentre predicano l'ecologia o, recentemente, per quella (ingiusta) di “pregare per i poveri indossando outfit costosi”, come è stato biasimato a Meghan nel viaggio a New York per il Global Citizen Festival, entrambi hanno ascoltato il preoccupante campanello d’allarme del Wall Street Journal - un’autorevole testata americana, non una di quelle di gossip inglese odiate da Meghan - che gli ha dedicato un articolo in cui l’autore Erich Schwartzel pone “la grande incognita: come faranno a mantenere vivo l’interesse del pubblico quando avranno esaurito il tè da versare sulla famiglia reale?”. Il rischio è quello di finire come Marion Crawford, la tata della regina Elisabetta che ha lucrato a lungo svelando i segreti di cui era a conoscenza, ma che una volta smerciati tutti quelli veri ha dovuto inventarne di nuovi per continuare a essere pagata da tv e giornali. Meghan è consapevole che se da anonimo personaggio minore di una serie di successo medio come Suits (vista di più in seguito grazie a lei) è solo perché la connessione con la famiglia reale l’ha coperta di una polverina fatata che le si sta staccando di dosso. Molte testate fanno pressione perché i due tirino fuori il nome del fantomatico membro dei reali che avrebbe espresso “preoccupazione per il colore della pelle di Archie”, come ha raccontato Meghan nell’intervista con Oprah Winfrey, e se non dovesse farlo mai, la rivelazione si trasformerebbe in un autogol sospetto di bugia. Non è da escludere che ci sia della sincera intenzione da parte di entrambi di immergersi nel calore delle famose feste natalizie nella tenuta di Sandrigham, ma alcuni membri della famiglia reale non sono così contenti di averli tra loro e la discussione è in corso con la regina. In molti temono che l’obiettivo di Meghan sia quello di riconquistare un po’ dell’importanza che permette a lei e Harry di firmare contratto milionari sulla fiducia,. Ma nella peggiore delle ipotesi, che abbia bisogno di raccogliere altro materiale della vita privata dei reali su cui non ha dimostrato di mantenere molta discrezione, addirittura per farne un documentario. Poi c’è la spada di Damocle del libro di memorie del principe Harry in arrivo, riguardo al quale nessuno sa cosa svelerà e quali nomi farà. Non ultimo, c’è il fattore della bassa popolarità di Meghan Markle nel Regno Unito che secondo i sondaggi è crollata sotto il 26%, facendo sprofondare sia lei che Harry rispettivamente al 13esimo e 14esimo posto nella classifica dei reali più amati dai sudditi, seguiti solo dal principe Andrea che sta vendendo il suo chalet in Svizzera per pagare i legali nel coinvolgimento nello scandalo Epstein. I Sussex infine, sono invisi alla stampa britannica che hanno querelato a raffica. Al loro arrivo negli Uk a Natale dovranno mantenere i nervi saldi in previsione di un inevitabile lancio di fango mediatico. E a fargli da ombrello non basterà la regola per cui a Natale siamo tutti più buoni.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip