A voi, la Festa del cinema di Roma

Alla sedicesima edizione un programma ricco (qualche pellicola che ritroveremo agli Oscar 2022) e documentari in netta ascesa.

rome, italy   october 06 director of rome cinema fest antonio monda and president of rome cinema fest laura delli colli film festival 2021 press conference at auditorium parco della musica on october 06, 2021 in rome, italy photo by ernesto s rusciogetty images
Ernesto S. RuscioGetty Images

Inizia oggi, 14 ottobre, la Festa del cinema di Roma, ormai quasi maggiorenne: è arrivata alla sedicesima edizione, iniziata quando sindaco della capitale era Walter Veltroni e Sean Connery, uno degli ospiti dell’inaugurazione, era ancora con noi. L’edizione 2021 vive in piena campagna elettorale per il ballottaggio che porterà un nuovo sindaco, si adatta alle procedure anti Covid e riesce comunque a mettere in fila un gran numero di ospiti internazionali di prestigio, a partire dai registi Tim Burton, Quentin Tarantino e Alfonso Cuarón più la scrittrice Zadie Smith protagonisti di altrettanti incontri con il pubblico, diventati ormai uno dei format più riusciti e amati della festa.

I film, tra concorso, retrospettive, eventi speciali sono una quarantina. Quello di apertura è The Eyes of Tammye Faye con Jessica Chastain, quello di chiusura Eternals, attesa avventura di supereroi Marvel diretta dal premio Oscar (Nomadland) Chloé Zhao. Sul programma Eternals è annunciato in collaborazione con “Alice nelle città”, sezione parallela dedicata al cinema per ragazzi ma cresciuta, negli anni, in simbiosi con la Festa. Dentro al programma di “Alice nelle città”, c’è anche Belfast di Kenneth Branagh, già passato trionfalmente dal festival di Toronto. Del film si parla già parecchio in vista degli Oscar 2022. Ambientato nella città dell’infanzia del regista, mette insieme memoir familiare, guerra civile e i primi contatti di Branagh con il cinema, è un po’ il suo Nuovo cinema Paradiso, con riferimenti ad alcuni popolarissimi film degli anni Sessanta come il musical Citty Citty Bang Bang e Un milione di anni fa, famoso anche per il bikini di sexy cavernicola di Raquel Welch. Nel ruolo dei genitori del piccolo Branagh, brillano Jamie Dornan (già Christian Grey delle 50 sfumature) e Catriona Balfe che, anche grazie alla fotografia in bianco e nero, sembrano usciti da un film della Nouvelle Vague. La nonna è una sempre favolosa Judi Dench.

Debutta alla festa la nuova versione di Cyrano, musicale e girata in gran parte in Italia. La regia è di Joe Wright (Anna Karenina, Espiazione), il protagonista Peter Dinklage ovvero Tyrion Lannister del Trono di spade. Arrivano a Roma anche un mucchio di biografie/documentari sui personaggi più vari: dalla contessa produttrice cinematografica Marina Cicogna al fondatore di Repubblica Eugenio Scalfari, dal calciatore Zlatan Ibrahimovic alla cantante e discografica Caterina Caselli. C’è attesa per l’anteprima della serie che Gabriele Muccino ha tratto dal suo film A casa tutti bene e che sarà poi in onda su Sky a dicembre. Non poteva mancare alla festa il più romano di tutti cioè Carlo Verdone con Vita da Carlo, la sua prima serie televisiva che poi sarà in streaming su Amazon PrimeVideo. Parla di Roma, di lui ma anche un po’ di tutti noi, con la consueta ironica. Nel cast, nel ruolo di sua figlia, Caterina De Angelis, che nella vita è figlia di Margherita Buy.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #MovieConfidence