Cosa succederà quando la regina Elisabetta II morirà?

Dall'annuncio da parte dei media ai giorni di lutto nazionale passando per le nuove banconote.

London Bridge
Getty

Dopo la morte del padre re Giorgio VI nel febbraio 1952, la principessa Elisabetta divenne regina a 25 anni. Ora che di anni ne ha 90 ed è al trono da 65 anni oggi, è la testa coronata che ha regnato più a lungo nella storia. E oggi sì, la regina Elisabetta IIentra sempre più nella storia. Era il 6 febbraio 1952 quando la notizia della morte di Re Giorgio VI, suo padre, la raggiunse mentre era impegnata in una visita ufficiale in Kenya. Tornò in patria come regina e fu incoronata ufficialmente il 2 giugno del 1953 con una fastosa cerimonia all'abbazia di Westminster. Con questa ricorrenza inizia il primo anno del Giubileo di Zaffiro della storia britannica, uno dei tanti record collezionati da Elisabetta II. Ma cosa succederebbe se dovesse abbandonarci ora?

La regina Elisabetta II e il Duca di Edimburgo per l’incoronazione, giugno 1953.
Getty

Secondo il Guardian accanto a lei ci saranno i suoi familiari e il professore Huw Thomas, il medico gastroenterologo che segue da anni le condizioni della regina. Sarà lui a controllare chi avrà accesso alla sua camera e a decidere quali informazioni rendere di dominio pubblico.

Quando la regina Elisabetta II passerà a miglior vita il mondo intero attraverserà un momento di incertezza. Come spiega il biografo "reale" Penny Juror, «la sua morte sarà un evento "traumatico" per la Gran Bretagna».

«La regina è una figura molto popolare e nel corso del suo regno sono cambiate molte cose», ha raccontato Juror a Town & Country. «Non c'è aspetto della vita che non sia cambiato, l'unica costante è stata la regina, la solida roccia cui aggrapparsi».

La famiglia reale a Buckingham Palace, dicembre 2016.
Getty

Secondo il Telegraph, a Buckingham Palace per il funerale della regina e la successione si dovrà seguire un protocollo che ha il nome in codice London Bridge. Il segretario personale della regina Sir. Christopher Geidt avviserà subito il primo ministro britannico che verrà contattato a qualsiasi orario pronunciando la frase: “London Bridge is down”, il ponte di Londra è caduto. Da quel momento l’operazione avrà inizio. La BBC e la ITN daranno subito l'annuncio.

Lutto nazionale. Durerà 12 giorni. Migliaia e migliaia di persone resero omaggio al feretro della Regina Madre nel 2002 ed è presumibile che anche il corpo della regina Elisabetta II si troverà nella Westminster Hall fino al funerale. Le bandiere Union Jack e quelle di in tutto il mondo saranno a mezz'asta e ogni ambasciata internazionale avrà il proprio libro delle condoglianze.

Il feretro della Regina Madre a Westminster Hall, aprile 2002.
Getty

Funerali della regina. Dovrebbe svolgersi 12 giorni dopo la sua morte. La cerimonia sarà officiata dall'arcivescovo di Canterbury e si svolgerà presso l'Abbazia di Westminster o presso la Cattedrale di St Paul. Come suo padre, sua madre e molti reali prima di lei, è opinione diffusa che la Regina sarà sepolta nella cappella di St George nel castello di Windsor.

Risposta dei media. A seconda del momento della giornata, è probabile che la notizia della morte della regina sarà trasmessa immediatamente. Se la morte avverrà durante la notte, l'annuncio potrebbe essere posticipato al mattino. La BBC sospenderà la programmazione per fornire una copertura dettagliata della notizia, come riporta il Daily Mail. Gli show televisivi della BBC saranno sospesi fino alla fine del funerale.

Successione e incoronazione. Il principe Carlo, figlio maggiore della regina, diventerebbe automaticamente re. «Si è preparato per tutta la vita», ha spiegato Juror. «Ora, a 69 anni, il re avrebbe un volto familiare e rassicurante».

Il principe Carlo e la regina nel Dorset, Inghilterra, ottobre 2016.
Getty

Non c'è una data precisa per l'incoronazione. C'era un gap di 16 mesi tra la morte di re Giorgio VI e l'incoronazione della regina nel 1953. La salita al trono di re Carlo porterebbe molti cambiamenti. In Gran Bretagna, l'inno nazionale diventerebbe God Save The King, sarebbero stampati nuovi francobolli e verrebbero emesse nuove banconote e nuove monete con l'immagine del re. Le nazioni del Commonwealth accoglierebbero il nuovo capo. Anche se il principe del Galles non erediterebbe automaticamente il ruolo di capo del Commonwealth, la BBC riporta che la regina è fiduciosa che il figlio sarebbe perfetto per questo ruolo. Una cosa è certa: l'erede al trono ha un ottimo esempio da seguire.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito