La storia della candida Margaret Keane e del suo marito snaturato

La straordinaria vita a lieto fine di una grande artista pop, chiusa in casa dal marito che con i suoi quadri faceva un mucchio di soldi (e li firmava pure... )

Photograph, Sitting, Black-and-white, Photography, Art, Monochrome,
Getty Images

Se il nome di Margaret Keane non vi dice nulla provate ad associarlo al film Big Eyes di Tim Burton. Ora vi rammenta qualcosa? Certo che sì. Margaret Keane è una grande artista, più precisamente una ritrattista ad olio i cui personaggi preferiti sono donne, bambini e animali domestici. La caratteristica principale di questa pittrice americana è che in tutti i suoi dipinti i protagonisti appaiono con occhi grandi, praticamente enormi, e tristi. Tanti artisti sono stati ispirati dalle sue opere. E in tv il momento di conoscerla meglio.

Getty Images

Margaret Keane, biografia. Margaret Doris Hawkins è nata a Nashville, nel Tennessee il 15 settembre 1927. Oggi ha quindi 90 anni. Da bambina si è fatta conoscere nella chiesa locale per i suoi schizzi di angeli con gli occhi grandi. Si sposò giovane e nel 1950 ebbe la sua prima e unica figlia, Jane. Ma il matrimonio non durò a lungo. Dopo la separazione, nel 1955 Margaret si sposò ancora con un agente immobiliare di nome Walter Keane e da quel momento divenne Margaret D. H. Keane. Il suo nuovo marito capì il suo talento e vide una risorsa nei dipinti di Margaret. Lasciò quindi la sua attività per venderli alla rinfusa in grandi magazzini, e come illustrazioni di fumetti e riviste. Nel frattempo, Margaret continuò a raffinare la sua tecnica, ma firmava solo come Keane, facendo pensare alle persone che l’autore fosse suo marito. Queste immagini con enormi occhi divennero molto popolari nel 1960, un periodo in cui Walter e Margaret vissero in California vicino alle stelle di Hollywood. Molte di queste iniziarono a chiedere di essere ritratti da lei (famosi i ritratti di Joan Crawford e Natalie Wood). Ma anche attori e politici. Il problema è che appena i dipinti di Margaret cominciarono a essere quotati, Walter Keane si autoproclamò il pittore dei dipinti, mentre la vera autrice Margaret, rimaneva chiusa a chiave per sedici ore al giorno nel suo studio a dipingere. Una prigionia durata quasi un decennio, ignara di quello che stava accadendo.

[image id='d9df9eea-4bf8-4154-8882-fc1815a01179' mediaId='da527b63-b287-422f-bd21-0806612fa1a1' align='center' size='medium' share='true' caption='Natalie Wood vicino al suo ritratto.' expand='' crop='original'][/image]

Margaret Keane realizzò quadri che sarebbero stati venduti per cifre incredibili, in quel periodo. Quando scoprì la grande bugia di suo marito sui suoi dipinti, divenne furiosa. Lui si giustificò dicendo che avevano bisogno di soldi e che era troppo tardi per tornare indietro e confessare tutto alla gente. Preoccupata per quello che avrebbe potuto accadere a lei e sua figlia se avesse lasciato Walter, la pittrice decise di acconsentire all'inganno. Fino al 1965, quando chiese il divorzio da Walter. Durante le trattative entrambi rivendicarono la creazione dei quadri. Nel 1970 Margaret sfidò Walter a dipingere di fronte al pubblico nella Union Square di San Francisco, ma lui non si fece vedere. Negli anni 70 Margaret sposò lo scrittore sportivo Dan McGuire, si trasferì a Honolulu, nelle Hawaii, e divenne una Testimone di Geova. A quel tempo i suoi dipinti erano andati fuori moda, ma concesse un'intervista all'agenzia UPI in cui decise che non avrebbe più mentito sulla paternità dei suoi dipinti.

Getty Images

Margaret Keane, pittrice da tribunale. Il suo ex marito intanto la contrastava assicurando che sua moglie era una donna infedele e una bugiarda compulsiva. Nel 1986, Margaret citò Walter Keane e USA Today per un articolo in cui sostenevano che i dipinti fossero il frutto dell'ingegno dell’uomo. Al processo, la giuria ha chiesto ai due di dipingere un dipinto con il loro stile caratteristico. Margaret Keane dipinse un dipinto in 53 minuti. Walter Keane non dipinse nulla riferendosi a un presunto dolore alla spalla. La giuria si pronunciò quindi a favore di Margaret e le permise di firmare le sue opere come Keane. Condannò anche Walter Keane a un risarcimento di 4 milioni di dollari. Walter non ha mai pagato, dal momento che aveva sperperato tutta la fortuna che aveva accumulato con i dipinti dell’ex moglie. Walter è morto in povertà nel 2000. Oggi Margaret, ultranovantenne vive ancora nella contea di Napa, in California. Margaret Keane, opere immortali ne ha seminate molte nel mondo. Il suo stile non era gradito alla maggior parte dei critici d'arte, ma era amato dal pubblico dell'epoca. Generò dozzine di imitatori anche molto malriusciti (pensate a quei quadretti orribili in vendita nei mercatini), ma dopo tante battaglie contro il marito, almeno si è goduta un’enorme fortuna.

Getty Images
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito