Michele Chiocciolini #time2share

Cosa condivide il designer fiorentino per #time2share.

mc
Marco Cella

Michele Chiocciolini fiorentino doc, fin da piccolo sperimenta il disegno che lo porterà poi a studiare architettura e diventare fashion designer. La sua curiosità lo porta a esplorare in Italia e all’estero luoghi e persone e tutto questo lo aiuta a creare, accompagnato dalla consulenza della sorella Francesca, accessori e capi unici. Da sempre legato alla sua terra natale, decide di creare i suoi pezzi in Toscana a chilometro zero, in piccoli laboratori artigianali, dove la sostenibilità (anche sociale) è al primo posto utilizzando sempre pellami di altissima qualità, ma per scelta a stock, così da non dover produrre ex-novo altro materiale. A questo Michele decide di aggiungere il servizio made to order e customizzazione, collezioni a-stagionali, il tutto in un’ottica di economia circolare e sostenibile, un bisogno che Michele e Francesca sentono profondamente.

Che cosa puoi fare per gli altri e condividerai per #time2share?
Ho deciso di condividere un simbolo del nostro brand: heart backpack (lo zaino cuore), poiché attraverso una borsa ormai divenuta per noi best seller, vogliamo parlare di amore in chiave pop.

Com'è nata questa tua passione?
Sui banchi di scuola disegnavo in ogni piccolo angolo bianco di libro o quaderno, e spesso l’oggetto del disegno erano figurini e accessori, borse in particolare, le mie origini fiorentine mi hanno sin da piccolo avvicinato al mondo della pelletteria, che frequentavo in modo curioso.

Che cosa ti piacerebbe imparare da qualcun altro?
Sicuramente dopo questo periodo di lockdown mi piacerebbe conoscere nuove culture, nuove tipologie di artigianato a me sconosciute, tecniche antiche tramandate da sapienti mani, legate a culture di paesi lontani.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #time2share