Inizia il Sundance Film Festival 2021 (anche se Robert Redford ha venduto il Sundance Resort)

Dopo 50 anni dalla fondazione, l'attore ha ceduto l'oasi sciistica protetta legata al suo festival indie, ma il 28 gennaio iniziano le proiezioni online.

provo, utah   january 25 robert redford speaks at the 2020 sundance film festival  directors brunch at sundance resort on january 25, 2020 in provo, utah photo by michael loccisanogetty images
Michael LoccisanoGetty Images

Niente dura per sempre, se persino Robert Redford ha annunciato la vendita del Sundance Mountain Resort, il villaggio sciistico di lusso che aveva acquisito nel 1969 quando la località si chiamava Timp Haven, ribattezzato così in omaggio al suo film Butch Cassidy and the Sundance Kid. L’annuncio precede l’apertura del Sundance Film Festival 2021 che si svolgerà dal 28 gennaio al 3 febbraio, principalmente online, presso sedi satellite e a Park City, che è ancora la sede del festival, con le proiezioni limitate al The Ray Theatre. Nello stesso comunicato, Redford ha annunciato di aver stipulato una partnership con la non-profit ambientalista Utah Open Lands per creare, non lontano da lì, la Redford Family Elk Meadows Preserve, dove mettere a protezione permanente oltre 300 acri di habitat naturale incontaminato. “Il cambiamento era inevitabile”, ha detto Robert Redford nel comunicato, “per diversi anni io e la mia famiglia abbiamo pensato a passare il resort a una nuova proprietà, al momento giusto e con le persone giuste; gli acquirenti condividono i nostri valori e l'interesse a mantenere il carattere unico del resort, onorandone la storia, la comunità e la bellezza naturale".

Secondo il comunicato stampa, Redford ha venduto tutto il resort - edifici, impianti di risalita, ristoranti e spazi per eventi -, a due imprese di immobiliare e hôtellerie, Broadreach e Cedar, a un prezzo che non è stato reso noto. La vendita non include però nessuna delle altre entità Sundance incluso, appunto, il festival fondato nel 1991. In questa edizione 2021 tra i dieci film e i dieci documentari di produzione americana, e altrettanti di produzione straniera, si faranno notare Passing di Rebecca Hall, tratto dall’omonimo romanzo di Nella Larsen che presenta il tema della discriminazione razziale in un modo nuovo, Coda di Siân Heder, storia di una ragazzina figli di non udenti (Coda è l’acronimo di Child Of Deaf Adults) che invece ha un udito perfetto, e il debutto di Karen Cinnore con Mayday, un film d’azione con Mia Goth, Juliette Lewis e Grace Van Patten. Tutti negli Usa potranno vedere i film online acquistando il biglietto, ma purtroppo non è stata concessa la stessa possibilità negli altri continenti.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito