Malia Obama girerà un film a Hollywood (ma non è come pensate)

La ex first daughter più schiva d'America sarà fra gli sceneggiatori di una serie tv ispirata a Beyoncé. Insieme a lei, anche Donald Glover.

È stata la first daughter più schiva di ogni mandato, la prima figlia del presidente più cocca del presidente senza apparire troppo davanti i riflettori, la giovane donna modello in cui molti hanno riscontrato un futuro alle presidenziali americane. Figlia di quella coppia politica apparentemente perfetta, Michelle e Barack Obama, Malia Obama oggi è una studentessa di Harvard, alle prese con la prima storia d’amore “seria”, e un futuro costellato di premesse e promesse. Di lei sappiamo poco, anzi pochissimo, la immaginiamo china sui suoi manuali a formare un’istruzione che forse guiderà il paese americano verso un futuro migliore, eppure, di qualche ora fa, è la notizia che nessuno poteva aspettarsi: Malia Obama girerà un film. Andrà a Hollywood a girare un film insieme a Donald Glover, Childish Gambino per gli amici.

Attenzione, che le idee non ingannino, secondo fonti dell'Hollywood Reporter, Malia Obama a Hollywood andrà nelle vesti da sceneggiatrice, non da attrice. La primogenita dell'ex presidente degli Stati Uniti sarebbe, infatti, entrata nella "writers' room" della serie tv Hive, una produzione per Amazon Prime, ispirata a un personaggio simile alla cantante Beyoncé. La serie di Amazon rientra in un maxi accordo pluriennale che il colosso dell'entertainment ha messo in piedi con Donald Glover, l'attore, cantante, rapper, comico, sceneggiatore, produttore e regista, protagonista del film-tormentone Rihanna Guava Island. A 22 anni Malia Obama sta per laurearsi a Harvard, ma da quando era al liceo, alla Sidwell Friends School di Washington, aveva mostrato grandi interessi per il mondo del cinema, tanto da svolgere moltissimi stage in varie produzioni tv, tra cui Extant, serie fantasy coprodotta da Steven Spielberg, persino alla Weinstein Company, prima che l'ex produttore Harvey Weinstein venisse travolto dalle accuse di stupri e molestie sessuali. E anche in Girls, serie interpretata e prodotta da Lena Dunham, che di lei aveva detto "È un angelo. Ovviamente non la mandavamo a prendere il caffè, non lo fai con la figlia di un presidente, ma lei voleva fare tutti i lavori. Era totalmente entusiasta".

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito