Osare i tagli capelli corti 2019? E parrucca fluo sia

Provare e poi pensarci: il fluo + il taglio cortissimo è a prova di errore con le parrucche couture.

image
Matteo ValleImaxtree

Chioma sfilata o tagliata a laser, taglio scalato, caschetto grafico o capelli corti alla Jean Seberg... Chi non ha mai sognato di provare un'acconciatura radicale? Alcune, le più coraggiose, hanno osato, e o l'hanno fatta propria oppure hanno preferito tornare ai capelli lunghi, odiando o amando tutte le lunghezze della transizione. La maggior parte delle donne, però, ha paura di fare il grande passo. Paura di non riconoscersi, di non ritrovarsi, di non piacersi, che il colore cambi i loro capelli per sempre, che si rovinino, che non crescano più come prima... Ma appena vediamo un film con la super eroina o una cantante rock subito (ri)nasce in noi l'invidia o per lo meno la curiosità.

Grazie a questo nuovo hair trend, potete provare senza rischiare. La parrucca con capelli corti è la soluzione ideale per sperimentare un taglio radicale senza impegno e senza correre rischi. È facile provare il look technicolor di Vidal Sassoon (Marc Jacobs) o quello piastrato/arruffato rosso pompiere di Mary J Blige degli inizi degli anni 2000 (Zang Toi). Le possibilità sono infinite. Volete un mullet nero corvino (Yang Li) o biondo platino (Haider Ackermann)? E se ci immergessimo nel futurismo con Jeremy Scott, prendendo le sembianze di Leeloo, l'eroina del film Il quinto elemento interpretata da Milla Jovovitch? E perché non il super corto stile "l'ho fatto da sola" (Richard Quinn)? Nessun rischio. Portare una parrucca vi permetterà di superare a testa alta ogni bad hair days.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli