L’autunno non è certamente la stagione preferita dai nostri capelli, ma il passaggio dalla bella stagione all’inverno non è l’unico fattore di stress che può affliggere la chioma. Sottoposti a stress termici causa styling, trattamenti chimici per cambiare look e poche attenzioni, possono mandarci veri e propri S.O.S. durante tutto l’anno. Come riconoscere i capelli danneggiati e rispondere con i trattamenti rigeneranti capaci di riportare la pace? Chiome spente e prive di luminosità, ciocche ruvide e poco elastiche, effetto crespo sempre in agguato sono tra i segnali più comuni. Tinture, decolorazioni e permanenti possono danneggiare la cuticola, ovvero la parte più esterna del capello, ne indeboliscono la struttura tolgono elasticità, per cui i capelli rischiano di diventare opachi e ruvidi al tatto. L’attrito causato da troppi colpi di spazzola e lo stress che deriva dall’uso frequente di strumenti per lo styling a caldo come piastra, ferro arricciacapelli e anche il semplice phon quando viene tenuto troppo vicino alle ciocche, può invece sfibrare la struttura del capello, portando alla formazione di doppie punte ma anche perdita di tono e lucentezza della chioma. Se i capelli diventano difficili da gestire e faticano a mantenere la piega, tendono a gonfiarsi o al contrario sono privi di volume, ecco la prova del nove: urge correre ai ripari con un’azione d’urto.

Courtesy photo

Per prendersi cura dei capelli (molto) danneggiati, Biopoint ha messo a punto un programma in quattro step da seguire a casa per una haircare routine mirata ed efficace. Extreme Repair punta infatti sulle proprietà della cheratina e delle proteine del grano per rigenerare la chioma dalle radici alle punte, agendo sui diversi livelli della fibra capillare per riparare ogni danno. Presente per natura nei capelli, la cheratina dona corpo ed elasticità alla chioma, ma a causa di aggressioni esterne e/o trattamenti chimici può venire a mancare. Ripristinandone la presenza, i prodotti per capelli alla cheratina sono in grado di rinforzare il fusto capillare rendendolo più robusto, corposo, elastico, setoso e lucido. Le formule dei prodotti che compongono il programma Extreme Repair contengono cheratina idrolizzata a peso molecolare medio, che svolge un’azione ricostituente della cuticola del capello. Le proteine del grano a basso peso molecolare, invece, grazie alle dimensioni ridotte, penetrano in profondità nella fibra capillare fortificandola dall’interno. L’azione combinata di questi due ingredienti dona corpo e sostanza ai capelli, che tornano ad essere sani e pieni di forza. Et voilà, ecco i gesti da ripetere a casa.

1. Il primo gesto d’amore per capelli danneggiati

Biopoint - Fluido Super Ricostruttore acquista ora
Courtesy photo

Si inizia con il Fluido Super Ricostruttore, che avvolge la cuticola favorendo la chiusura delle microfratture del capello e restituisce elasticità, vigore e compattezza. Oltre alla cheratina e alle proteine del grano, la sua formula contiene un polimero ristrutturante che crea un film protettivo che facilita la penetrazione degli ingredienti attivi all’interno del capello, potenziandone l’efficacia.
Come si usa: prima dello shampoo, si applica ciocca per ciocca sui capelli asciutti e va lasciato in posa per 10 minuti, quindi si risciacqua accuratamente e si procede con lo shampoo.

2. Lo shampoo per lavare (senza stressare) i capelli danneggiati

Quando i capelli sono deboli e sfibrati, lo shampoo migliore è quello che elimina efficacemente impurità e cattivi pensieri dalla testa lasciando i capelli leggeri, senza esercitare un’azione troppo aggressiva. Lo Shampoo Ricostruzione ha una texture studiata per lavare dolcemente i capelli e al tempo stesso rinforzarli grazie alla sua formula arricchita con ceramidi, che donano uniformità e compattezza alla fibra capillare.
Come si usa: come qualsiasi altro shampoo, si applica sui capelli bagnati e si emulsiona con acqua. Non occorre “lasciare in posa” la schiuma prima di risciacquarlo affinché svolga la sua azione ricostituente.

Biopoint - Shampoo Ricostruzione acquista ora
Biopoint - Maschera Ricostruzione acquista ora
Courtesy photo

3. La maschera per nutrire i capelli danneggiati

Dopo la detersione non può mancare il trattamento condizionante per “ricaricare” la chioma. La Maschera Ricostruzione ha una texture setosa che la avvolge per nutrire e rinforzare in profondità i capelli. La sua formula, poi, contiene un blend di ceramidi per renderli morbidi e facili da pettinare.
Come si usa: si applica sui capelli ben tamponati e si lascia agire per qualche minuto, quindi si risciacqua accuratamente per eliminare ogni residuo di prodotto.

4. Il trattamento senza risciacquo per sigillare le cuticole

Biopoint - Latte Ricostruzione acquista ora
Courtesy photo

Ultimo step del programma, un prodotto leave in che nutre e rinforza in profondità, prevenendo e contrastando ulteriori danneggiamenti del capello. Latte Ricostruzione ha una formula che riempie le parti indebolite e sigilla la cuticola, così i capelli ritrovano lo splendore smarrito e una riparazione duratura nel tempo.
Come si usa: se ne distribuisce una piccola quantità in modo uniforme sulla chioma, insistendo sulle punte, quindi si pettinano i capelli e si può procedere con lo styling.