Gli accessori per capelli dalla Milano Fashion Week celebrano lo spirito del tempo

Dalle sfilate Autunno Inverno 21-22, bouquet degli accessori per capelli più belli avvistati/amati.

Fermagli, pettinini, cerchietti, tiare (sì, ogni tanto si intravedono in passerella anche loro) celebrano/magnificano/elevano i look più belli dalle sfilate della Milano Fashion Week Moda Autunno Inverno2021 2022. Gli accessori per capelli definiscono outfit, personalità e stili (di vita). Ed è per questo che le maison di moda propongono accessori per capelli cercando di rispecchiare lo zeitgeist, lo spirito del tempo. Ad esempio, negli anni Novanta, in pieno stile minimal, le bandeaux avevano forme essenziali e non contemplavano decori particolari. Dieci anni prima il mondo era alla rovescia e chi sedeva in prima fila poteva ammirare cuciture maestose, colori e opulenza. Gli anni Duemila vedono (e questo vale ancora oggi) un mix & match interessante. Varrà ancora per il prossimo inverno? La risposta è in questi scatti, raccolti dalla Settimana della Moda di Milano, e dedicati agli accessori capelli da guardare (e osare).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Dalla testa ai piedi capelli compresi, Pucci
Pucci/IMaxTree

Ci sono dei momenti in cui la storia (della moda) torna. Accade anche con Pucci quando presenta la stagione autunno inverno del prossimo anno. In un gesto amarcord ma contemporaneo rievoca le stampe celebri della maison e ne fa una collezione intera anche quando ad adornare - in questo caso proteggere - è una tuta all over.

2 Le principesse di DSquared2
DSquared2/IMaxTree

Una festa intima, tra principesse moderne. Un diadema in cristalli per celebrarsi. È così che Dean e Dan Caten, i fratelli fondatori del marchio, celebrano il prossimo autunno inverno.

3 Logo mania chez Laura Biagiotti
Laura Biagiotti/IMaxTree

Così, semplice: una coda a mezza altezza e un fermaglio recante due lettere: LB. Laura Biagiotti. E così, la maison enfatizza le acconciature delle modelle che si apprestano a calcare il suggestivo scenario dell'Ara Pacis a Roma.

4
DSquared2/IMaxTree
5 Il foulard rosso di Lorenzo Serafini per Philosophy
Philosophy/IMaxTree

Un sottile fazzoletto rosso annodato sotto il mento può trasformare ognuna di noi in una Grace Kelly contemporanea. Aggiungiamoci un berretto nero in netto contrasto e il gioco è fatto. Grazie Philosophy by Lorenzo Serafini.

6 Il cerchietto rosso secondo Gianluca Capannolo
Gianluca Capannolo/IMaxTree

Lo stilista, apprezzato molto nella Ville Lumière, sintetizza il prossimo inverno con colori caldi e tessuti, come il velluto, soffici al tatto. Ad abiti femminili accosta capi spalla maschili e aggiunge un tocco d'altri tempi con cerchietti da Prima alla Scala.

7 La fascia minimal di Ferragamo
Ferragamo/IMaxTree

Il superfluo non va di moda da Ferragamo. La maison punta all'essenziale, a linee sobrie e contemporanea. Negli abiti come negli accessori. Anche quelli per capelli come la fascia (proposta anche come girocollo). Per romantiche minimaliste.

8 Il concetto di coprirsi con eleganza di Tod's
Tod's/IMaxTree

Più che un accessorio per capelli la cuffia scaldacollo in lana della maison italiana è un lasciapassare per ogni occasione: dai giorni sulla neve in alta montagna a quelli in città, grigi e umidi. Proviamola al mare. Perfetta in campagna. Scaldiamoci con note cocoon.

9 La corona per la regina di Antonio Marras
Antonio Marras/IMaxTree

Più che un cerchietto, l'accessorio per capelli di Marras è una corona in versione contemporanea. Tanto essenziale nelle linee quanto appariscente, al punto giusto. In modo sofisticato come da sempre lo stilista sardo ha abituato.

10 Cappelli bijoux per Moschino
Moschino/IMaxTree

Jeremy Scott disegna una collezione multiforme, a tratti maschili a tratti femminili. Il punto vita è il focus. Anche il capo, sottolineato da accessori e cappelli eterogenei, dalle altezze vertiginose o dai colori solo apparentemente improbabili. Il nostro preferito? Il cappellino da indossare come bijou.

11 I 70 anni di Max Mara
Max Mara/ImaxTree

Questa immagine (ma anche tutta la sfilata) è l'emblema del 70esimo compleanno della maison italiana. Eleganza minimalista, senza rinunciare al confort e a un tocco di classe: il foulard in morbido cachemire per riparare dal gelo ogni chioma delicata. Auguri!

12 La cuffia di cristalli di Sara Wong
Sara Wong/IMaxTree

La giovane designer cambia pagina. Inaugura una nuova fase incominciando dal chiamare il suo brand solo con nome e cognome: Sara Wong (prima era Maxrieny by Sara Wong). Si appropria della sua identità e concepisce una donna in bilico costante tra essere terreno e aulico, contemporanea e d'altri tempi. Ecco perché adoriamo la cuffia traforata in cristalli e fili all-over sempre bling: è il simbolo di un viaggio alla ricerca di sé e della propria creatività.

13 L'eleganza borghese di Calcaterra
Elodie Cavallaro/IMaxTree

Uno scialle, il prolungamento del cappotto. Non lo si chiami cappuccio il tessuto che avvolge delicatamente la testa e abbraccia con discrezione il volto. È la Milano di fine anni '80 a ispirare la collezione di Calcaterra. Ma anche il mondo delle popolazioni berbere. E così nasce una collezione, dall'abbigliamento agli accessori per i capelli, sobria. Sartoriale.

14 Il concetto di coda chez Flapper Genevieve Xhaet
Flapper/IMaxTree

Anche un nastro per i capelli diventa per il progetto della stilista italo-belga un concetto. Un'idea attraverso cui esprimere la propria idea di stile. E così, la collezione di accessori per capelli, intitolata High Relifes per il prossimo inverno propone, tra i tanti pezzi, un elastico-fiocco in raso, per adornare code e capigliature eleganti. Sempre.

15 Il ritorno della fascia da Brunello Cucinelli
Brunello Cucinelli/IMaxTree

È il momento di rispolverare le fasce per capelli. Un accessorio amato-odiato che trova il suo senso di esistere nella collezione per il prossimo inverno di Brunello Cucinelli, presentata nel borgo di Solomeo dove vive l'imprenditore e ha sede l'azienda. La fascia, ovviamente, è in cachemire.

16 Sartoria creativa per Del Core
Imaxtree

Ogni pezzo della prima collezione di Daniel Del Core (ex responsabile dell'ufficio stile in Gucci) è frutto di un sapiente lavoro di sartoria. Anche il copricapo scultoreo: una foglia, un cuore. Un'ode alla dea Moda. Ricorda Isabella Blow, musa di Lee McQueen. A tribute.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli