Meghan Markle ha partorito con l'hypnobirthing (sappiamo cos'è?)

Ne abbiamo sentito parlare in occasione dei parti royal, adesso la tecnica americana che riduce l'ansia e la paura del dolore durante il travaglio arriva anche in Italia.

"The Lion King" European Premiere - Red Carpet Arrivals
Max Mumby/IndigoGetty Images

"Come prepararsi nel modo migliore al parto? Io consiglio alle future mamme prima di addormentarsi di ascoltare delle musiche create per il rilassamento e di fare delle visualizzazioni positive della nascita del loro bambino", spiega Marcella Cicerchia, psicologa, psicoterapeuta e pedagogista di Roma, nonché fondatrice dell'Associazione Italiana Ipnoparto e insegnante di Hypnobirthing (hypnobirthingroma.com), metodo utilizzato (anche) da Kate Middleton e Megan Markle per i loro parti. Ideato dall'ipnoterapeuta ed educatrice americana Marie Mongan, l'Hypnobirthing è una tecnica, molto utilizzata in America, nel Nord Europa e in Inghilterra, che ha l'obiettivo di ridurre l'ansia e la paura del parto, soprattutto del dolore e/o di un travaglio troppo lungo, e di portare la donna ad avere fiducia nelle proprie capacità di dare alla luce e di affrontare il parto nel modo più naturale possibile. "Fortunatamente in Italia negli ultimi anni si sta sempre più cercando di evitare l'eccessiva medicalizzazione del parto. È stata propria questa nuova tendenza a spingermi a incuriosirmi a questa tecnica durante la mia gravidanza. Dopo avere seguito il corso di formazione tenuto da Katharine Graves presso la KG Hypnobirthing di Londra ho adattato la tecnica al sistema sanitario italiano", prosegue Cicerchia.

Cos'è l'Hypnobirthing? Come anticipa il suo nome questa tecnica si basa sull'ipnosi, ma non ha niente a che vedere con il pendolo di Chevreul. "Si tratta di un rilassamento profondo che la donna si autoinduce. L'obiettivo è lavorare sulla paura e scardinare l'immagine negativa del parto che ci viene raccontata da altre donne o mostrata nei film sostituendola con immagini positive. Generalmente questa tecnica fa sì che la mamma allontani la paura di dovere affrontare, per esempio, un travaglio di 10 ore o un'induzione con l'ossitocina o un'episiotomia. È un lavoro sulla fiducia in se stesse sulla capacità di partorire e di avere un parto secondo natura. Spiego alle future mamme che la natura ha "progettato" il corpo della donna per partorire e che se noi assecondiamo la natura, nella maggior parte dei casi, le cose vanno come devono andare. Questo non vuol dire che possiamo partorire da sole e senza anestesia, ma semplicemente che ognuna sceglierà per sé in modo consapevole e informato il tipo di parto più adatto in base alle proprie caratteristiche personali". Ma dove seguire i corsi di hypnoBirthing? "Di solito spiego alle future mamme come potersi rilassare nel momento del parto in modo da viverselo in modo sereno e con un certo distacco. Insegno loro delle tecniche di respirazione, di visualizzazione e di linguaggio positivo, dò loro un cd con audio ad hoc e delle dispense, che presto saranno raccolte in un libro, che contengono degli esercizi per il rilassamento profondo e per tonificare il pavimento pelvico, informazioni sulla fisiologia del parto e sulla gestione del travaglio e tips su come massaggiare la zona lombare durante il travaglio. Il corso si divide in due formule: quattro lezioni da un'ora e mezza una volta a settimana oppure due incontri ravvicinati della durata di tre ore ciascuno se la mamma vuole seguire il corso insieme al papà nel weekend", conclude la dottoressa Cicerchia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Celebrity beauty