I tatuaggi di Catherine Deneuve a 75 anni e quelli delle colleghe molto, molto, fiere

L'abito di Jean-Paul Gaultier ha svelato un tatuaggio inatteso sulla schiena dell'attrice francese, in buona compagnia di colleghe over 60.

"La Vérité" (The Truth) And Opening Ceremony Red Carpet Arrivals - The 76th Venice Film Festival
Stefania D'AlessandroGetty Images

Di tatuaggi famosi è abbastanza piena la storia. Ma è quando lo vedi sul red carpet di Venezia76 portato tra le pieghe di un abito couture che lascia il suo segno. Il caso di queste ore sono i tatuaggi di Catherine Deneuve. Specialmente quello sulla schiena, disvelato dall’arancio tramonto dell’abito Jean-Paul Gaultier Haute Couture che ha infiammato il red carpet del primo giorno di Venezia 2019. Un tatuaggio segreto, elaborato, vagamente old style, impresso sulla spina dorsale dell’attrice francese simbolo stesso di Francia. Quella Catherine Deneuve più Marianna delle Marianne d’oltralpe.

A 75 anni Catherine Deneuve e i suoi tatuaggi (uno mignon sul piede e uno macro sulla schiena) sono l’argomento caldo dell’intera Mostra del Cinema e si riversano nei dibattiti post apertura. Quei tatuaggi che si sapeva esistessero (?), ma che in un afflato erotico d’antica sapienza l’attrice francese aveva raramente mostrato. Nella storia dei tatuaggi famosi ci sono anche quelli di personaggi come Winston Churchill che sfoggiava un’àncora da marinaio, lo Zar Nicola di Russia con un dragone tatuato dopo un viaggio in Giappone, o addirittura Edoardo VII che oltre ad averne diversi usava tatuare le sue amanti con piccoli serpenti sui polsi.

Le donne tatuate non sono state da meno: simboliche come Maud Wagner, pioniera tra le tatuatrici della storia, transculturali come Olive Oatman, prima ragazza bianca ad avere un tatuaggio da nativa americana sul mento, o depositarie di un'antica tradizione che rischia di andare persa, come le donne Chin in Myanmar. I tatuaggi sono anche un simbolo di ribellione al potere costituito o ad un sistema rigido, come in Corea del Sud.

Nella concezione occidentale, chiamiamola così, il tatuaggio è diventato una tappa in una scelta di vita. Non obbligata, ma molto facilmente ispirata da qualcuno da copiare. È a Hollywood che i tatuaggi sono diventati di dominio socioculturale pubblico, inchiostrando braccia, schiene, gambe e piedi. La storia dei tatuaggi dei vip è anche piena di pentimenti e correzioni estemporanee: la più conosciuta di tutte è sul tatuaggio di Johnny Depp “Winona Forever”, trasformato in Wino dopo l’addio a Winona Ryder. Ma non manca all'appello la sequenza di cover-up o cancellazioni cui si è sottoposta la più celebre delle attrici tatuate, Angelina Jolie, che ha puntellato di inchiostro sulla pelle le fasi sentimentali della sua vita. Ma associare tatuaggi e Angelina Jolie o Johnny Depp è scontatissimo, da grandi saldi. Svelando il suo tatuaggio sulla schiena (il secondo è sul piede) Catherine Deneuve diventa l'eroina dell’inchiostro sensuale a qualunque età. Il tatuaggio avanti negli anni acquista una personalità e una sfumatura di unicità che altre dive tatuate over 60 portano con eleganza e classe uniche.

Maria MorattiGetty Images

Come Catherine Deneuve, i tatuaggi di Helen Mirren. Uno solo, ma sufficiente a inscriverla nella categoria delle attrici tatuate. Piccolo, sulla mano, due V incrociate alle quali la favolosa dama inglese attribuisce un valore profondo: “Significa ama il tuo prossimo, anche se è diverso da te più di quanto immagini” aveva spiegato al DailyMail. Il tatuaggio di Helen Mirren è il risultato di una sbronza colossale, come ebbe a scherzare la stessa attrice, che non si è mai pentita. “È stato il mio piccolo atto di ribellione. L’ho fatto da ubriaca e con una spilla da balia, mi ha fatto un male tremendo”. Ma le sta benissimo. Ha anche aggiunto che non le dispiace l’idea di un intero braccio tatuato, magari con dei serpenti. Fenomenale.

Come Catherine Deneuve, i tatuaggi di Susan Sarandon. Paladina del tatuaggio dopo i 60 anni è Susan Sarandon, classe 1946, che ha iniziato a tatuarsi da qualche anno per dare il buon esempio ai figli. Tra i tatuaggi Susan Sarandon sfoggia un uccello che vola dalla gabbia sul braccio (disegnato da uno dei tatuatori delle star Joshua Lord, che ha tra i clienti anche Robert Downey Jr., Cate Blanchett, Scarlett Johansson e Chris Hemsworth), un sottile braccialetto sul polso con la scritta “ANDAND” (acronimo di a new dawn a new day, una nuova alba e un nuovo giorno) e sulla schiena le iniziali dei figli, vergate lungo 20 cm nei caratteri gotici del New York Times. Qualcosa ci dice che potrebbe non fermarsi qui.

Come Catherine Deneuve, il tatuaggio di Judi Dench. Cosa si regala alla più grande attrice inglese esistente, dama dell’impero britannico, monumento del cinema e del teatro? Un tatuaggio. Per il compleanno di 81 anni Judi Dench ha ricevuto dalla figlia Finty l’invito a togliersi finalmente il desiderio di sfoggiare un tatuaggio. “È brava con le sorprese” commentò Judi Dench nel raccontarlo. Discreto ma presente, il tatuaggio di Judi Dench è un semplice carpe diem all’interno del polso destro. Un motto che le ricorda di cogliere sempre l’attimo. Soprattutto a 80 anni.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito