Il beautycase di Elisabetta II: ecco di quali prodotti The Queen non può fare a meno

Niente ombretto, né matita per gli occhi, né mascara, ma MAI senza smalto e rossetto.

image
Photo Gettyimages.com

In fatto di stile la Regina Elisabetta II non si è mai concessa eccessi e anche il suo beauty look è sempre stato molto sobrio. Al rossetto, però, non ha mai rinunciato (lo ha sempre nella borsetta), facendolo diventare il segno distintivo del suo makeup.

Photo Gettyimages.com

Smalto Ballet Slippers #6, Essie (12,99 euro).

Si narra, ma la notizia non è mai stata confermata, che per il giorno della sua incoronazione, avvenuta il 2 giugno 1953, The Queen commissionò a Clarins una nuance che si intonasse con i suoi abiti, che prese il nome di The Balmoral Lipstick, dalla sua residenza di campagna in Scozia. Quel che è certo è chela Regina non sbaglia mai un abbinamento: se è vestita di bianco le sue labbra saranno fucsia, se è vestita di verde saranno ciclamino...

Photo Gettyimages.com

Spazzola in legno di faggio, Kent (£ 27.50)

Non rinuncia mai nemmeno alla manicure. Da 28 anni Elisabetta è fedele alla stessa tonalità di smalto. Si tratta di Ballet Slippers #6 di Essie. Sul sito del nail brand si legge che nel 1989 l'hairstylist ufficiale della regina avrebbe inviato un ordine di questo smalto direttamente a Essie Weingarten, la fondatrice della maison, perché la regina «non porta che questa nuance». La sovrana rivolge, invece, poca attenzione, al trucco degli occhi e delle gote, sfumate solitamente con una spolverata di fard pesca, e ai capelli che Ian Carmichael, suo hairstylist da 20 anni, acconcia due volte a settimana con l'aiuto di spazzole Kent.

Photo Gettyimages.com

White Rose Eau de Toilette, Floris (100 ml 112 euro)

Sul fronte olfattivo l'azienda inglese Floris vanta il mandato dal 1820. La casa di profumi non ha mai rivelato esattamente quale fragranza indossa la regina, ma gli esperti sospettano sia White Rose, un jus ricco di note di garofano, il suo fiore preferito. Nel 2008, poi, Laura Tonatto, naso torinese, è stata chiamata a Buckingham Palace per realizzare un profumo custom made per lei, un jus floreale con un coda ambrata, e uno per la casa, una fragranza fiorita con una nota marina.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Makeup