Il primer occhi è l'unico beauty trick per avere uno sguardo intenso

Quattro make-up artist ci spiegano in esclusiva perché, come e quale eye base scegliere per avere uno sguardo epico.

image
Imaxtree

"Il viso come la tela. Le tempere come le formulazioni makeup". È quello che abbiamo imparato chiacchierando con quattro makeup artist top. Come i pittori stendono una base acrilica sulla tela prima di applicare i colori a olio così i makeup artist rivestono il viso con un velo di primer prima di passare alla realizzazione del trucco. Sulle palpebre, sulle rime ciliari e sulle ciglia, però, è necessario utilizzare un primer occhi e non una generica base viso. Due regole condivise da tutti? Non avere fretta e usare pochissimo prodotto. Ecco come e perché e quali eye base scegliere secondo gli esperti.

"Il primer occhi è differente dal primer viso in quanto è creato appositamente per migliorare la tracciabilità dei prodotti occhi e la tenuta degli stessi nonché l’intensità del colore. Eye Stay Primer di Guerlain, per esempio, lavora anche sull’uniformità della palpebra e l’effetto tensore dell’occhio. Usato come ombretto, matita e mascara come un look invisibile, va scelto in base all'esigenza: fluido è più facile da applicare con le dita, compatto ha una maggiore consistenza e copertura, mentre stick si applica e poi si sfuma", suggerisce Simone Lo Bue, national makeup artist di Guerlain.

Courtesy photo

Può essere utilizzato da solo per uniformare la palpebra e aprire lo sguardo grazie ai pigmenti presenti nella sua formula: Eye Stay Primer, Guerlain (25 euro). Una base universale trasparente indispensabile per fissare tutti gli ombretti assicurando una lunga tenuta: Base Occhi Universale, Sephora (12,90 euro).

“Per chiudere i pori del naso e perfezionare la zona del contorno occhi finora ho utilizzato Le Blanc di Chanel, un prodotto base multiuso per il colorito, ma a settembre la maison lancerà un primer occhi molto innovativo. A cosa serve la base occhi? Va a creare un velo che va a distendere e camuffare le piccole rughe, permette il fissaggio, la resa e il colore dei prodotti che si vanno a applicare sopra evitando di sporcare disegni grafici e ha un effetto long lasting”, spiega Silvia Dell’Orto, makeup artist Chanel.

Courtesy photo

Miscela polveri soft focus che creano un invisibile riempimento delle rughe a un elastomero che dà un effetto vellutato e sfuocato: La Base Ombre à Paupieres, Chanel (31 euro, da settembre). Arricchito con Micro-Fibre XL che aiutano a proteggere le ciglia e a ottenere un effetto maxi estensione: Cils Booster XL Primer Mascara Ciglia Amplificate, Lancôme (35,05 euro).

"Il primer occhi va steso prima di ogni altra cosa sull’occhio, a palpebra piena. È importante utilizzare questo prodotto specifico in quanto la pelle del contorno occhi è in una zona sottile, sensibile e sempre in movimento, non vuole perciò prodotti spessi, al contrario necessita di formule che equilibrino il sebo. Il primer occhi contiene dei collanti che rendono la superficie più sticky, che permette alla materia polverosa di aderire perfettamente, facendo sì che il prodotto duri tutta la giornata. Il primer che può essere compatto solido coprente o trasparente, può avere una texture più asciutta per la palpebra oleosa o più idratante per una palpebra più secca o matura. In alternativa al primer occhi è possibile utilizzare un prodotto dalla texture cremosa che si fissi, come gli Ombre Stylo", aggiunge Mr Daniel Makeup, makeup ambassador Lancôme Italia.

Courtesy photo

La sua formula gel a lunga tenuta nutre le tue ciglia grazie alla Provitamina B5 ed è water resistant: They're Real Tinted Primer, Benefit Cosmetics (28 euro da Sephora). La texture cremosa favorisce la stesura e il fissaggio dell'ombretto, prolungandone la durata: Neutral Eye Base, Kiko (7,95 euro).

"Esistono tantissime tipologie di primer occhi. Ci sono quelli più basici che si applicano sulla palpebra mobile, si sfumano verso l'arcata sopracciliare. Dopo almeno 30 secondi si può andare a lavorare sopra con la matita e con degli ombretti sia in polvere sia in crema. Poi ci sono i primer di nuova generazione che sono anche trattamento, quindi fissano il trucco, ma mantengono anche l'idratazione costante in superficie per tantissime ore. Non avrò, quindi, la sensazione di palpebra che tira, perché la pelle manterrà la sua elasticità. Yves Saint Laurent propone Eye Perfecting Fluid che si può usare sulla palpebra mobile, sull'arcata sopracciliare e sulla parte inferiore dell'occhio. Ne basta pochissimo, si picchietta e poi si massaggia con un movimento antiorario. A fine giornata, infine, posso prendere sul polpastrello del mignolo un po' del prodotto e posso picchiettarlo sul mio trucco per rinfrescarlo. Ultimo consiglio: usare pochissima quantità di prodotto perché se si eccede il prodotto rimane in superficie e perde la sua efficacia", conclude Valter Gazzano, makeup artist di Yves Saint Laurent.

Courtesy photo

Può essere utilizzato come primer sotto il makeup occhi e, grazie alla sua formula idratante, agisce anche come una nutriente crema antiage: Eye Perfecting Flui, Yves Saint Laurent (39,70 euro). Base irrinunciabile per chi desidera un ombretto a lunga, lunghissima, tenuta: Eyeshadow Primer Potion, Urban Decay (23 euro da Sephora).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Makeup