Lo smalto semipermanente fa male, fa bene, è una bufala? Indagine al di sopra di ogni sospetto

Cosa ci rende sicuri? "Affidarci a operatrici preparate e competenti e a formulazioni big 5 free provenienti da canali ufficiali" abbiamo contattato un'esperta per fare chiarezza. Definitivamente.

image
Unsplash.com

Non cerchiamo di prenderla da lontano e andiamo al sodo della questione che, ciclicamente, rimette in discussione un trend imperante. Lo smalto semipermanente fa male? Secondo uno studio del 2013 potrebbe essere dannoso. Per molti è la soluzione beauty attesa da secoli. Tra le due correnti di pensiero scorre un fiume di desideri, paure, dubbi e tentazioni. Per fare chiarezza e andare in un centro nail a cuore leggero abbiamo incontrato Brunella Russo, Ladybird house Nail Trainer e Responsabile Formazione.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Alcune lo amano altre lo temono. Lo smalto semipermanente fa male?
Lo smalto semipermanente non fa male, è l’operatore non preparato che può danneggiare l’unghia naturale durante l’applicazione e la rimozione. Certamente anche affidarsi a un prodotto di qualità utilizzato da una professionista può fare la differenza sulla salute delle unghie.

Quali sono le sostanze potenzialmente pericolose?
I famosi "Big 5" (toulene, formaldeide, resina di formaldeide e canfora), TPP, Etil Tosilamide, Xilene e MIT. Bisogna sempre prestare attenzione all’etichetta del prodotto - fondamentale che ci sia scritto smalti big 5 free - se si tratta di un’azienda seria questi ingredienti non saranno presenti all’interno della formulazione. Se lo smalto semipermanente è formulato correttamente non rovina le unghie e non ci sono rischi né per l’operatrice né per la cliente.

Può essere cancerogeno?
Non si tratta assolutamente di un prodotto cancerogeno, ma di una leggenda metropolitana. Tutti i prodotti cosmetici importati legalmente in Italia sono sottoposti a controlli rigorosissimi da parte del Dipartimento della Sanità. L’operatrice seria e professionale non rischia di acquistare prodotti, su canali non ufficiali, di dubbia provenienza mettendo in pericolo la salute delle proprie clienti.

Quanto dura? Quanto costa?
La durata è di oltre due settimane. Rimuoverlo dopo due settimane evita l’antiestetico effetto ricrescita. Il costo non può essere inferiore ai 35 euro, prezzo minimo per un servizio professionale di alta qualità.

Ha senso lasciare respirare le unghie tra uno smalto semipermanente e l'altro?
Come i capelli le unghie non respirano. Il prodotto di buona qualità non rovina le unghie. Non c’è alcun bisogno di fare una pausa tra un servizio e l’altro. Se l’operatrice ha causato dei danni ci sono ottimi prodotti ristrutturanti per le unghie, anche colorati.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Makeup