I tattoo di Stella McCartney sono una meravigliosa promessa al pianeta Terra

Ancora una volta la designer brit scrive a chiare lettere l'importanza della cultura dell'upcycling e della sostenibilità.

image
IMAXTREE.COMImaxtree

Come nelle sue passate sfilate anche in quella Autunno Inverno 2019/2020 Stella McCartney ha lasciato la sua firma inconfondibile. Quella che (ri)scrive a chiare lettere l'importanza della cultura del riciclo, dell'upcycling e della sostenibilità.

Gregory ScaffidiImaxtree

Se questo messaggio si traduce nella moda con stivali di pelle vegan, cappotti in eco-pelliccia, abiti in tessuti vintage, viscosa sostenibile proveniente da foreste certificate, cotone biologico e canvas organico per quanto riguarda il make-up il messaggio green è stato veicolato attraverso tatuaggi temporanei - che riportavano slogan quali “vegan”, "regenerate", "fur free fur” ed “earth day every day” - applicati dalla make up artist Pat McGrath sulle orecchie, sui lobi delle orecchie, sulle dita, sul collo e sugli zigomi delle modelle tra le quali Anja Rubik (foto di apertura).

Gregory ScaffidiImaxtree

How to. Per preparare la pelle delle modelle la designer ha voluto Tata Harper, fondatrice dell'omonima linea di prodotti naturali e non tossici, che ha usato Hydrating Floral Mask, come si legge su vogue.com. "La pelle delle modelle sembra stanca", ha detto Harper nel backstage, "quindi stiamo applicando delle maschere ed eseguendo un massaggio linfatico per farla rivivere". "È semplicemente Stella", ha aggiunto McGrath tra un'applicazione di un tattoo e del mascara FetishEyes.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Makeup