Le nuove fragranze The Alchemist’s Garden di Gucci mettono in connessione diretta con i ricordi

"L’olfatto è in grado di creare una magia alchemica che trasporta in un tempo e in uno spazio diversi", Alessandro Michele

image
brand courtesy

Esistono degli effluvi alchemici in grado di metterci in connessione con uno spazio parallelo o lontano? I nuovi profumi Gucci The Alchemist’s Garden sembrano avere questo potere. E ce lo spiega lo stesso Alessandro Michele, direttore creativo di Maison: "È l’idea che alcuni odori primari della profumeria, come le essenze dei fiori o l’odore verde di alcune piante, si associno naturalmente alle atmosfere, in connessione diretta con i ricordi. Ed è l’idea che un profumo possa, attraverso un senso così forte e importante per l’uomo - l’olfatto - creare una magia alchemica che trasporta, immediatamente, in un tempo e in uno spazio completamente diversi".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
brand courtesy

Lo studio antico sulle essenze della natura viene oggi sapientemente utilizzato per ricreare un’atmosfera e un’epoca in cui il potere dell’immaginazione era in grado di modificare e forzare la realtà. I nuovi profumi Gucci aprono così una nuova storia di magia e immaginazione. Ispirandosi alla tradizione dell’alchimia, Michele immagina il percorso di trasformazione dal piombo all’oro, e lo fa con l’arte della profumeria, creando una collezione preziosa composta da sette Eau de parfum, una candela, quattro oli e tre acque profumate, che possono essere sovrapposti, mischiati in infinite combinazioni.

Gucci

Eau de Parfum Tears of Iris (iris), A Song for the Rose (rosa), The Voice of the Snake (oud), Winter’s Spring (mimosa), The Last Day of Summer (legni), The Eyes of The Tiger (Ambra), The Virgin Violet (violetta), Gucci (100 ml 295 euro)

A "imbottigliare" questa originale visione olfattiva è stato il maître parfumeur Alberto Morillas che ha usato piante e fiori nella loro essenza più pura, combinandoli a molecole sintetiche. Li ha fusi assieme, guidato da un’idea di riscoperta, mantenendo ed esaltandone l’ingrediente protagonista che racconta la storia di un luogo, di un momento, di una stagione: la rosa, l'oud, l'ambra, la violetta, i legni, l'iris e la mimosa. "Quando ho iniziato a lavorare con Alberto, il nostro punto di partenza è stato l’archeologia degli odori e dei profumi. Siamo partiti dalla violetta e dalle essenze che arrivano dal mondo floreale. Perché l’odore dei fiori, che appartiene in natura, è in grado di evocare qualcosa di molto potente, che giace profondamente nelle nostre memorie. Abbiamo allora immaginato il ritorno a casa dalle vacanze estive. Qual è l’odore quando inizia a piovere in città? È stato divertente lavorare come gli antichi esperti di profumeria, con fragranze ed essenze come si faceva in alchimia, e attraverso di esse raccontare storie, atmosfere. E perfino incantesimi: cioè l’idea magica che annusare o indossare quel profumo particolare, possa trasportare in un tempo “altro”; a volte difficile da identificare, ma che immediatamente rende viva un’esperienza emotiva", racconta Michele.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Gucci

Racchiuse in bottiglie di vetro laccato, decorate con la stampa Gucci Pink Rose: acque profumate Fading, Melody e Serenade, Gucci (150 ml 205 euro)

Qual è l'essenza di queste acque di profumo Gucci? A Song for the Rose è il simbolo della rinascita in una nuova forma, The Voice of the Snake è afrodisiaco e ipnotico, The Eyes of The Tiger rappresenta la dualità, The Virgin Violet evoca la grazia e la sua purezza, The Last Day of Summer è una passeggiata in un bosco all’inizio dell’autunno, Tears of Iris è la trasposizione olfattiva di una civetta in una foresta di sandalo in una notte dal cielo blu inchiostro mentre Winter’s Spring è il primo segno della primavera. Oggetti da collezione, che contengono qualcosa di prezioso e magico, pensati per chi celebra costantemente l’estetica nel proprio mondo privato, i flaconi della collezione The Alchemist’s Garden di Gucci si ispirano ai primi contenitori di profumeria, ai vasi e alle bottiglie nelle custodie di legno delle antiche farmacie e sono immaginati come perfetti ornamenti di "una sorta di stanza da bagno che appartiene al mondo dell’immaginazione. Qui vengono conservati oggetti bizzarri, ed è chiaro che appartiene a qualcuno che di profumi e fragranze fa la sua dolce ossessione. Le immagini evocano un tempo sospeso tra i tempi. Lo stesso che si crea quando si prova l’esperienza forte di un profumo, che trasporta la mente e il cuore altrove", conclude Michele.

Gucci

Hanno flaconi in vetro laccato color verde salvia, e sono dotati di uno speciale applicatore in vetro, come un’antica pipetta: oli preziosi Melancholy, Rose, Violet, Whisper, Gucci (15 ml 365 euro)

"Gli oli e le acque profumate permettono di personalizzare il proprio profumo, creando un sillage del tutto esclusivo. Ogni olio o acqua floreale della collezione può essere abbinato a un Eau de parfum, allo stesso modo in cui un alchimista lavora per trovare la formula dell’oro, fino a ottenere l’essenza perfetta", dice Alberto Morillas.

Gucci

Infusa del profumo di The Virgin Violet, è custodita in un barattolo di porcellana finemente decorato in oro vero: Candela The Virgin Violet, Gucci (450 g 415 euro)

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Profumi