Storia dei profumi alla mirra, le essenze calde con cui mediteremo in casa

Dalle "lacrime" pregiate di un arbusto spinoso dell'Oriente, le migliori fragranze che inebriano sensi, cuori, menti.

four perfume bottles anad red lipstick in a beautiful sunlight
Kristina StrasunskeGetty Images

Grazie alla sua presunta capacità di acquietare la mente e di purificare lo spirito si ritiene dalla notte dei tempi che la mirra costituisca un ponte tra il cielo e la terra. Utilizzata in tempi antichi come rimedio medicinale, durante cerimonie, riti sacri e consacrazione regali per gli ebrei questa resina profumata ha il significato di un ritorno a Dio come dimostra l’offerta dei Magi. Citata numerose volte nella Bibbia, nei Veda e nel Corano tuttora è spesso usata come sottofondo olfattivo per pregare o meditare.

Profumi mirra
Courtesy photo

Un profumo ambrato orientale unisex che racconta la storia dell'incenso: La Fumée Ottoman, Miller Harris (100 ml 185 euro). Celebra la celebre resina prodotta da un arbusto che può crescere fino a dieci metri: 205 Mirra edp, LabSolue (120 ml 145 euro). Ci ricorda tempi antichi, rendendo omaggio alla resina ambrata che veniva bruciata nelle offerte: Myrrhe Parfum d'Intérieur, Diptyque (150 ml 50 euro). Semplice e sottile viene fornita senza scatola esterna per ridurre l’impatto ambientale e offrire una fragranza di ottima qualità: Myrrh Acqua di Colonia, The Library of Fragrance (30 ml 20 euro).

"Intermediaria tra cielo e terra, la preziosa mirra è l’"oro blu" delle resine naturali, la cui contemplazione olfattiva, regale e divina avveniva già 3700 anni fa. Dal greco myron “unguento” o dal semitico mrr “amaro” la mirra altro non è che la gommaresina che stilla a forma di lacrima o goccia dalla corteccia di un arbusto spinoso chiamato Commiphora Myrra. La leggenda vuole che Myrrha si innamorò di suo padre Cinyras, Re di Cipro. Quando lui si accorse di questa infatuazione, decise di sacrificarla agli Dei che invece ne ebbero pietà, e la trasformarono nell’albero della mirra, da cui poi nacque Adonis. Da qui la sacralità della Mirra pregiata offerta religiosa bruciata per onorare le divinità", ci spiega la nostra guida olfattiva Giorgia Martone, naso e founder de LabSolue, creatrice di un hotel cinque stelle con boutique del profumo, il Magna Pars di Milano.

Profumi mirra
Courtesy photo

Si apre con bacche di pepe rosa, matura in note di peonia, rosa ed eliotropina e si chiude in un fondo di incenso e mirra: Eau d'Iparie, L'Occitane (75 ml 59 euro). Le note zuccherine del dattero incontrano quelle profonde della mirra per una profumazione unica ed evocativa: Méharées Profumo, L'Erbolario (50 ml 22,90 euro). Una fusione strutturata di legni, note polverose e fiori che ricreano l'atmosfera di una première: Gentil Suono, Salvatore Ferragamo (100 ml 200 euro).

Nativo della Somalia, dell’Eritrea, dell’Abissinia e dello Yemen, il Commiphora Myrrha può crescere fino a dieci metri d’altezza, ha fiori verdastri, foglie piccole e arrotondate e la sua meravigliosa corteccia blu secerne e "suda" naturalmente in forme di lacrime arrotondate o irregolari una resina fisiologica gommosa, oleosa e viscosa. "La mirra grezza che si presenta di un colore da giallo a scuro o bruno rossastro - le sue gocce invece sono solitamente coperte da una polvere più chiara o giallastra - ha un profumo molto ricco, intensamente caldo, balsamico, ambrato, dolce, leggermente speziato, aromatico, a tratti resinoso, legnoso, liquoroso e amaro. Dalla mirra grezza si ottengono il resinoide, l’assoluta, la tintura e l’olio essenziale, per la cui preparazione è essenziale il valore olfattivo del materiale grezzo, la resina botanica naturale, e un'accurata conoscenza della tecnica di distillazione".

Profumi mirra
Courtesy photo

Destinata a chi ama il lusso e apprezza gli ingredienti di prim’ordine e le fragranze dalle composizioni originali: Mirra Eau de Cologne Concentrée, Acqua di Parma (100 ml). Un'eau de parfum che si apre con note di mandarino verde e mela, matura in accordi di noce moscata e semi di carota e si chiude in una scia di fava tonka, rum e vaniglia: Armani Code Absolu (da 66,50 euro il 30 ml). La ricca linfa estratta a mano dall’albero della mirra della Namibia si unisce alle calde e ricche note di mandorla e vaniglia della fava tonka: Myrrh & Tonka Cologne Intense, Jo Malone (50 ml 93 euro).

Profumi mirra
Courtesy photo

Un trionfo di mirra fin da subito, tanto garofano e poi l'ambra: Opium edp, Yves Saint Laurent (50 ml 104 euro da Sephora). È costruito su un accordo floreale abilmente studiato intorno alla rosa e ai fiori d’arancio mentre la mirra e l’oud donano un pizzico di carattere orientale impreziosito dalla fava tonka: Myrrh Oud Extrait de Parfum, The Merchant of Venice (30 ml 180 euro themerchantofvenice.com). Una fragranza elegante, potente e sofisticata che fonde l'ambra fumosa con un ricco muschio opulento e una nota di pepe bianco: Roi d'Orient, Rituals (60 ml 49,50 euro).

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Profumi