Cosa bere (e non bere) per avere denti più bianchi?

5 do (formato drink) e 5 don’t per garantirsi sorrisi smaglianti.

image
Getty Images

Denti perfetti forever o sorriso bianco-a-tutti-i-costi? Per riuscire a raggiungere la nuance più candida tra i colori della palette BIANCO, oltre a sperimentare rimedi casalinghi e seguire regole basiche ma altamente efficaci (dallo spazzolino aggiornato una volta ogni due mesi, al fumo bandito passando per risciacqui al bicarbonato e abbuffate di yogurt ai mirtilli rossi - che previene la formazione di carie e placca), è necessario prestare la dovuta attenzione a ciò che si beve. Forse più del cibo, il liquido si insinua tra le cavità dei denti rischiando di creare i danni più complicati da risolvere. Dunque, ecco quali sono i drink OK e quelli NON OK da bere per garantirsi un sorriso bianco, che più bianco non si può!

5 cose DA BERE perché fanno bene ai denti

LATTE Grazie al suo gigantesco apporto di calcio e vitamina D, il latte (e i latticini) aiutano i denti a mantenersi sani e forti. N.B. È la caseina a svolgere il lavoro più efficace: un tipo di proteina che forma una pellicola protettiva sullo smalto dei denti e ne previene le carie.

VODKA lemon Ebbene sì, vodka + soda = sorriso smagliante. Il composto frizzante ma chiaro, evita che i denti si macchino e sconfigge molti tra i batteri responsabili dell’alito cattivo. Cin-cin!

TÈ VERDE Oltre alla caratteristiche idratanti e all’effetto detox istantaneo, il tè verde inonda la bocca con un apporto gigantesco di elementi antiossidanti che hanno un enorme potere sbiancante.

ACQUA MINERALE Come suggerisce il nome, l’acqua è ricca di minerali (come il fosfato di calcio) che aiuta la produzione dello smalto.

ACQUA DEL RUBINETTO Alias H20 pura. Rimane lei la regina healthy per eccellenza. Mantiene la bocca (e l’organismo tutto) idratata e pulita (eliminando i residui di cibo), e la quantità seppur minima di fluoro aiuta a ridurre e prevenire le carie.

Getty Images

5 cose da NON BERE perché fanno male ai denti

SODA Forse il nemico numero uno per bocca e denti. Oltre allo zucchero la soda è ricca di ingredienti acidi molto aggressivi che rischiano di decolorare i denti e usurarne lo smalto. PS: anche per la dieta è tra i drink da evitare.

CAFFÈ (O TÈ) NERO Scuri, così scuri da macchiare lo smalto dei denti. Se proprio non riuscite a farne a meno, provate a sorseggiarli lentamente per evitare che i denti vengano sommersi e oscurati da particelle nere, così nere che potrebbero rovinare la loro brillantezza naturale. Occhio.

VINO (rosso soprattutto) Vedi sopra. Il problema principale di queste bevande è la loro concentrazione di pigmenti (seppur naturali) che rischiano di lasciare macchie (a lungo andare indelebili) sui denti. N.B. Perché rinunciare a un buon bicchiere di vino? Archiviate le restrizioni, un calice è concesso, basta ricordarsi subito dopo di sorseggiare un po’ d’acqua. Ps: anche il vino bianco è deleterio per lo stato dei denti, non tanto per il potere colorante ma per la sua formulazione: molto acida.

SUCCO DI FRUTTA Soprattutto quelli a base di agrumi (arancio o lime) perché altamente acidi e rischiosi per lo stato dello smalto.

ACQUA IN BOTTIGLIA Ovviamente il minore dei mali. Ma l’acqua non del rubinetto non presenta una sufficiente quantità di fluoro che quindi non aiuta lo smalto ad aggiornarsi e riprodursi più bianco che mai.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo
La Prairie La ricetta per uno sguardo più fresco? Il caviale!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito




Lancome L'arma (non troppo) segreta per un viso splendente